Giovani amministratori crescono nel Lazio

Roma – Settimana intensa per la struttura per le «Politiche in favore dei Giovani» della Presidenza della Regione Lazio, da Giovedì 8 maggio sarà a Roma una
delegazione del «Conseil de la Jeunesse» di Parigi che, oltre a visitare la città, sarà ricevuta presso la Regione Lazio, e parteciperà ai lavori del convegno
«Dai Consigli dei Giovani al Patto europeo per la gioventù – Giovani generazioni a confronto», organizzato dalla Fondazione Mario Moderni in collaborazione con la Commissione
europea e con il patrocinio della Regione Lazio, in programma venerdì 9 a Roma, presso il Convitto Nazionale «Vittorio Emanuele.

I giovani rappresentanti del consiglio Parigino saranno ospiti anche del «II Meeting dei consigli dei Giovani» in programma sabato 10 e domenica 11 presso la sala consiliare del
comune di Ceprano, in provincia di Frosinone.

Il convegno, che avrà come tema centrale «Per un consiglio nazionale dei Giovani», ospiterà nella cittadina frusinate circa 140 delegati, in rappresentanza dei 37
consigli dei giovani attivi in tutta la regione.

Nati con il fine di promuovere la partecipazione dei giovani ai processi decisionali, i «Consigli dei Giovani», sono veri e propri organismi di rappresentanza democratica di tutti i
giovani residenti nel territorio di riferimento, con funzioni consultive di natura preventiva e obbligatoria su tutti gli atti amministrativi varati dal Comune che a vario titolo coinvolgono i
giovani stessi.

Il programma del convegno di Ceprano prevede, tra l’altro, la discussione di proposte per una legge quadro nazionale sulle politiche giovanili e la preparazione degli spunti e della delegazione
che rappresenterà il Lazio nel «IV Meeting Internazionale sulle Politiche Giovanili», in programma a Urbino dal 14 al 16 maggio.

In occasione del Meeting, infatti, la Regione Lazio reciterà un ruolo di primo piano, che culminerà con la firma di un accordo con la Provincia di Pesaro e Urbino per la
costruzione di un sistema di partecipazione diffusa delle giovani generazioni ai processi decisionali locali, attraverso una rete interregionale di partenariato tra Regioni ed Enti locali.
Parte fondamentale dell’accordo sarà l’avvio di una partnership con «Europocket Tv», la prima piattaforma multimediale che offre una programmazione esclusivamente dedicata
all’Europa e a i giovani europei, finalizzata alla realizzazione dell’edizione italiana di questa web tv, da realizzarsi mediante la costituzione di una rete di soggetti pubblici, cui hanno
già dato adesione la Regione Veneto, le Provincie di Ascoli Piceno, Mantova, Pistoia e Rimini e i Comuni di Milano e Torino.

Leggi Anche
Scrivi un commento