Finmeccanica acquista DRS per 5,2 miliardi di USD

Roma – Parsippany (NJ-USA) Finmeccanica, Gruppo leader a livello mondiale nel settore degli apparati elettronici, dei sistemi e dei servizi per la difesa e la sicurezza, e DRS
Technologies, Inc, azienda statunitense leader nel settore dei servizi e dei prodotti elettronici integrati per la difesa, hanno annunciato oggi di aver approvato un accordo in base al quale
Finmeccanica acquisirà il 100% di DRS per un importo di 81 USD per azione in contanti.

Questa operazione consente a Finmeccanica di consolidare il proprio ruolo di protagonista a livello mondiale nell’ambito delle forniture di sistemi integrati per la difesa e sicurezza,
inserendosi con un ruolo di primo piano anche nel mercato USA e consente a DRS nuove e importanti opportunità di business negli USA e all’estero.

L’operazione, il cui valore è di circa 5,2 miliardi di USD (3,4 miliardi di Euro) compresa l’assunzione di 1,2 miliardi di USD di indebitamento netto dopo la conversione anticipata delle
obbligazioni convertibili di DRS, comporta un premio pari al 32% sulla quotazione media del titolo di DRS sul mercato NYSE negli ultimi trenta giorni. I Consigli di Amministrazione di
Finmeccanica e DRS hanno approvato i termini dell’accordo. L’acquisizione di DRS sarà effettuata mediante una fusione inversa, attraverso la costituzione da parte di Finmeccanica di una
società di diritto statunitense che sarà fusa in DRS, con conseguente delisting di quest’ultima.

Analogamente alle altre società del Gruppo Finmeccanica, DRS verrà integrata nel Gruppo mantenendo la sua attuale struttura manageriale e la sua sede principale. Come di consueto
in questo tipo di operazioni, DRS proporrà al Defense Security Service (DSS) del Dipartimento della Difesa USA, che la società operi in base a uno Special Security Agreement (SSA,
accordo speciale di sicurezza) che garantisca all’Amministrazione statunitense la tutela delle informazioni classificate.

«Questo accordo – afferma Pier Francesco Guarguaglini, Presidente e Amministratore Delegato di Finmeccanica – testimonia la capacità del Gruppo di far valere la propria tecnologia
di eccellenza in tutto il mondo. Esso costituisce inoltre un’ulteriore opportunità di crescita, in particolare in un Paese come gli Stati Uniti che rappresenta il più
significativo mercato della difesa e della sicurezza. L’operazione rappresenta la prosecuzione naturale della nostra strategia di investimento ed espansione nei mercati UK e USA e ci permette
di sostenere le Forze Armate Usa con i nostri prodotti ad alto contenuto tecnologico, come già avvenuto con lo US101 e il C-27J. L’intesa si presenta come integrazione ideale tra due
aziende le cui attività sono complementari, sia sotto il profilo delle tecnologie che delle piattaforme e favorisce la presenza di un player altamente competitivo sui mercati della
difesa e della sicurezza negli Stati Uniti e nel resto del mondo».

«La straordinaria crescita di DRS nel corso degli ultimi cinque anni e il premio ottenuto dall’operazione costituiscono un ottimo risultato per i nostri azionisti» – ha affermato
Mark Newman, Presidente e Amministratore Delegato di DRS. «L’investimento in DRS, combinato con i forti investimenti in Ricerca e Sviluppo, aumenteranno la competitività e quindi
la possibilità di aggiudicarsi nuovi contratti e di crescere negli Usa e nel resto del mondo». Le competenze di Finmeccanica e i settori in cui opera (Elicotteri, Aeronautica,
Elettronica per la Difesa e Sicurezza, Spazio, Sistemi di Difesa, Energia e Trasporti) si integrano ottimamente con i segmenti di attività di DRS (Comando, Controllo, Comunicazioni,
Computer e Intelligence, Sorveglianza). La presenza di Finmeccanica negli USA e delle proprie controllate in Pennsylvania, a New York, in Texas, California, New Jersey, Kansas, Virginia,
Carolina del Nord e del Sud è molto ricca e comprende le attività svolte per il governo USA su programmi quali l’elicottero presidenziale US101 e l’aereo da trasporto tattico
C-27J.

La struttura finanziaria dell’operazione è stata predisposta in modo tale da consentire la creazione di valore per gli azionisti e il mantenimento della solidità patrimoniale e la
flessibilità finanziaria del Gruppo Finmeccanica.

Finmeccanica finanzierà l’acquisizione con un finanziamento bancario, che verrà successivamente rimborsato con una combinazione di aumento di capitale, emissione di obbligazioni a
lungo termine e cessione di attività. Tra queste ultime è prevista la quotazione in borsa di Ansaldo Energia. I termini e le condizioni di tali operazioni verranno definite in
prossimità della loro esecuzione. La transazione è soggetta all’approvazione degli azionisti di DRS e al ricevimento delle autorizzazioni regolamentari richieste per operazioni di
questo tipo, tra cui quella Antitrust USA e quelle da parte del Committee on Foreign Investment negli Stati Uniti (CFIUS) e del Defense Security Service (DSS). Allo stato attuale si prevede che
l’operazione si perfezioni nel quarto trimestre del 2008. Goldman Sachs International, IntesaSanPaolo S.p.A., Mediobanca-Banca di Credito Finanziario S.p.A. e Gruppo Unicredito sono Bookrunners
e Mandated Lead Arrangers del finanziamento bancario, mentre Sullivan & Cromwell LLP è consulente legale di Finmeccanica per il finanziamento bancario. Linklaters e Legance sono i
consulenti legali delle banche.

Lehman Brothers Holdings Inc. agisce quale consulente finanziario di Finmeccanica e Arnold & Porter LLP è il consulente legale. Il Consiglio di Amministrazione di Finmeccanica si
è avvalso della consulenza di Goldman Sachs International e Mediobanca che hanno elaborato un’analisi dell’operazione e un parere di congruità, nonchè di Chiomenti Studio
Legale. Stone Key Partners LLC e Bear Stearns & Co. Inc. sono i consulenti finanziari di DRS e Merrill Lynch & Co., Inc. ha fornito un parere sulla congruità al CdA di DRS. I
consulenti legali di DRS sono Skadden, Arps, Slate, Meagher & Flom LLP.

Leggi Anche
Scrivi un commento