FETBB e FIEC firmano l'accordo europeo sui fondi paritetici nei Paesi Ue

L’11 marzo 2008, a Varsavia, i presidenti della Federazione europea dei lavoratori edili (FETBB), Domenico Pesenti, e della Federazione europea dei costruttori (FIEC), Daniel Tardy, hanno
siglato un accordo europeo che prevede il sostegno e la diffusione dei fondi paritetici in tutti i paesi dell’Unione Europea ed in particolare la loro promozione in quelli PECO.
Pesenti ha osservato che “la presenza di fondi paritetici nell’ovest europeo ha dimostrato come il confronto e la corresponsabilità delle parti nella gestione di una parte del welfare
permetta di tutelare al meglio i lavoratori nei cantieri, nelle imprese, negli spostamenti sul territorio e tra le nazioni”.
Allo stesso modo, secondo Pesenti, la diffusione dei fondi paritetici permette di “selezionare in modo virtuoso le imprese, isolando quelle irregolari e le pratiche scorrette nell’uso della
manodopera”.
Nel corso della conferenza europea sul tema, inoltre, due studiosi hanno presentato i risultati delle indagini condotte sui fondi paritetici, dimostrando che i fondi contrattuali ed i fondi
pensione possono diventare uno strumento utile per la partecipazione sociale e per una democrazia sociale diffusa e partecipata.
“I fondi – ha osservato Pesenti – coprono molte esigenze dei lavoratori, quali la copertura in caso di malattia, gli infortuni, la disoccupazione, la formazione professionale, la consulenza
anti-infortunistica ed il sostengo previdenziale complementare».
“Con questo accordo – ha concluso il presidente della FETBB – le parti vogliono ribadire l’importanza della bilateralità, affinché acquisisca ancora più forza per la tutela
dei diritti dei lavoratori”.

Leggi Anche
Scrivi un commento