Eurispes: solo una famiglia su 3 arriva al 27, boom prestiti

I dati Eurispes diffusi oggi confermano nettamente le analisi del Codacons sulla situazione economica delle famiglie: sono sempre più numerosi i nuclei che non arrivano alla fine del
mese e che si indebitano pericolosamente per far fronte alle spese, anche quelle primarie.

«E’ una vera e propria emergenza nazionale, sottovalutata dalla classe politica, che continua ad essere cieca di fronte al dramma che attanaglia milioni di famiglie italiane – afferma il
Presidente Codacons, Carlo Rienzi – Un dramma destinato ad aggravarsi nei prossimi mesi, quando cioè arriveranno le scadenze dei debiti contratti, che andranno ad aggiungersi a mutui,
bollette e rate, mentre gli stipendi resteranno al palo».

Di qui la proposta choc del Codacons: «E’ indispensabile introdurre l’istituto del fallimento anche per le famiglie – spiega Rienzi – in modo da aiutare i nuclei in grave
difficoltà a fallire come le imprese, ossia pagare solo in parte i creditori sulla base delle proprie disponibilità economiche e nei tempi adeguati. E’ indispensabile poi
obbligare le banche che cedono i propri crediti alle finanziarie – conclude il Presidente Codacons – ad avvertire i debitori, i quali possono far valere il diritto di prelazione».

Leggi Anche
Scrivi un commento