Esenti dal bollo le domande di rateazione delle cartelle di pagamento

Equitalia ha reso noto che, in base a quanto disposto dal decreto milleproroghe (legge n. 31 del 28 febbraio 2008), le domande di rateazione delle cartelle di pagamento presentate dai
contribuenti agli agenti della riscossione non sono soggette all’imposta di bollo di 14,62 euro.
Gli agenti della riscossione e i soggetti che svolgono funzioni pubbliche relative alla riscossione, infatti, non sono compresi tra le pubbliche amministrazioni di cui all’elenco presente
nell’art. 3 della Tariffa allegata al dpr n. 642 del 1972.
Pertanto Equitalia, preso atto della risposta all’interpello avanzato all’Agenzia delle Entrate , ha inviato alle 31 società partecipate una direttiva che dà applicazione
all’esenzione dall’imposta di bollo.
Equitalia, infine, ha ricordato che il milleproroghe le ha assegnato la competenza a concedere la rateazione delle somme iscritte a ruolo, prima in capo a ciascun ente impositore, e ha
aumentato le rate da 60 a 72.

Leggi Anche
Scrivi un commento