ERA-NET raccomanda un migliore coordinamento della ricerca sulle inondazioni in Europa

L’ERA-NET CRUE ha pubblicato una serie di raccomandazioni volte a migliorare il coordinamento dei programmi di ricerca nel campo delle inondazioni in Europa, tra le proposte figurano il
coinvolgimento di esperti per individuare le esigenze in termini di ricerca e la creazione di un’agenda comune di ricerca per gli studi sulle inondazioni.

Le ERA-NET sono state sviluppate al fine di incoraggiare il coordinamento di programmi nazionali e regionali. L’ERA-NET CRUE è stata istituita per consolidare i programmi di ricerca
esistenti nel campo delle inondazioni in Europa, per promuovere le migliori pratiche e sviluppare attività congiunte future nella ricerca in materia.

La rete ha pubblicato una guida di buone pratiche che fornisce una panoramica delle varie opportunità di sviluppo di programmi e di organizzazione di ricerche correlate alle inondazioni.
Si basa su uno studio dei programmi di ricerca in materia in 11 paesi europei.

Secondo i membri della rete, la guida dovrebbe essere utilizzata come una sorta di «cassetta degli attrezzi» per lo sviluppo e l’attuazione di attività future di
finanziamento.

Sebastian Catovsky, coordinatore di CRUE, ha affermato che «la nuova direttiva comunitaria sulle inondazioni e l’attuazione del Libro verde comunitario sull’adattamento richiederanno una
collaborazione più stretta tra i paesi membri sulla ricerca correlata alle inondazioni. In tale contesto le iniziative comuni di finanziamento, quali raccomandate dalla relazione,
saranno utili per evitare doppioni tra le attività di ricerca in diversi paesi e per conseguire soluzioni transfrontaliere nella massima misura possibile. L’indagine rappresenta un
contributo prezioso per un’agenda europea comune per la ricerca sulle inondazioni per i prossimi cinque-dieci anni, di cui si sta attualmente occupando CRUE».

La guida raccomanda l’impiego della nuova risorsa per le informazioni CRUISE (CRUe Information System Europe) messa a punto di recente, che consente agli utenti di accedere istantaneamente ai
risultati della ricerca sulle inondazioni, a livello sia di programmi di ricerca che di singoli progetti. CRUISE dovrebbe fornire un aiuto a responsabili delle politiche, agli operatori, ai
finanziatori di ricerca e alla comunità della ricerca al momento del reperimento di informazioni sulle inondazioni su tre diversi livelli in Europa, ossia programmi di ricerca, enti
finanziatori e unità di ricerca.

La banca dati comprende attualmente informazioni dettagliate su oltre 30 programmi di ricerca (per un valore superiore a 430 Mio EUR), 60 enti finanziatori e circa 300 organizzazioni coinvolte
nella ricerca sulla gestione del rischio da inondazioni.

La rete raccomanda inoltre l’attuazione di progetti collaborativi che coinvolgano ricercatori e istituti di ricerca di tutta Europa.

CRUE ERA-Net riunisce partner dei paesi europei più colpiti dalle inondazioni, tra cui Austria, Inghilterra, Finlandia, Francia, Germania, Ungheria, Italia, Paesi Bassi, Polonia, Scozia
e Spagna.

Leggi Anche
Scrivi un commento