Enel, pratiche scorrette verso i consumatori

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha avviato un procedimento per pratiche commerciali scorrette nei confronti di Enel Energia, a seguito di segnalazioni che indicavano
l’attivazione di forniture di energia elettrica e gas mai richieste.

L’Autorità ha accertato gli abusi operati dalle società collegate, che utilizzavano messaggi ambigui e pubblicità ingannevoli, di conseguenza l’Enel ha sospeso l’invio di
fatture e ogni attività di recupero di corrispettivi nei confronti dei clienti che hanno presentato reclamo.

Dal prossimo 1° maggio, sarà ripristinato il servizio di maggior tutela ai cittadini che hanno presentato reclamo. Nelle more gli utenti saranno tenuti a pagare il minore tra
l’importo dovuto nel regime di mercato libero e quello che sarebbe stato loro applicato in regime di maggior tutela. Analoghe iniziative sono state adottate per i casi relativi alle forniture
di gas naturale.

Dal 22 marzo è stato provvisoriamente sospeso il canale di vendita telefonico residenziale per ridefinire le informazioni standard che gli operatori devono dare, con particolare
riferimento all’identità di Enel Energia.

Leggi Anche
Scrivi un commento