FREE REAL TIME DAILY NEWS

Emilia Romagna: sì al protocollo per la salute dei bambini adottati

By Redazione

Emilia Romagna – Il 22 novembre è stato approvato il protocollo sanitario regionale a tutela della salute psicofisica bambini adottati, l’atto giunge a completamento dell’ampio e
complesso pacchetto di disposizioni regionali rivolte ad accompagnare e qualificare il percorso delle adozioni sia nazionali sia internazionali, a beneficio dei bambini e delle loro famiglie.

Tra gli obiettivi del documento, valutare precocemente lo stato di salute psicofisica del bambino adottato, monitorare in modo continuativo la crescita equilibrata del bambino, e fornire
sostegno alla famiglia nella costruzione dei legami affettivi anche attraverso la collaborazione dei servizi sanitari, sociali ed educativi.

Il protocollo sanitario è indirizzato ai pediatri di libera scelta e di comunità , che sono chiamati in prima istanza ad affiancare i genitori adottivi nella cura dei bambini. La
sua applicazione potrà essere l’occasione per avviare più intense collaborazioni – in una logica di rete – tra il pediatra e le altre figure professionali necessarie per tutelare
la salute psicofisica del bambino, favorendo così percorsi di fiducia tra le famiglie e i servizi. Il pediatra, insieme alle altre figure professionali coinvolte, potrà supportare
l’integrazione del bambino nella famiglia e nei differenti contesti sociali ed educativi.

Agli accertamenti di primo livello – che comprendono l’anamnesi personale e familiare, una valutazione clinica generale e dello sviluppo neuropsichico, l’individuazione precoce di sintomi
postraumetici da separazione, abbandono, maltrattamento con conseguente invio per la presa in carico a operatori competenti, e indagini di laboratorio – segue, se necessario, un secondo livello
di approfondimento .
Il protocollo prevede anche che per ogni bambino sia individuato un programma di vaccinazione sulla base dei calendari in uso in Emilia-Romagna.

Per maggiori informazioni si può scaricare il testo completo del protocollo oppure contattare Monica Malaguti del Servizio regionale Politiche familiari, infanzia e adolescenza
(momalaguti@regione.emilia-romagna.it) o Michela Bragliani del Servizio regionale Assistenza distrettuale, medicina generale, pianificazione e sviluppo dei servizi sanitari
(mbragliani@regione.emilia-romagna.it).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: