Egitto: ancora un morto per aviaria

Ieri in Egitto il virus H5N1, quello dell’influenza aviaria, ha ucciso la quarta persona in una settimana. Si tratta di una donna di 50 anni che viveva a nord della Capitale. Dal 2006, da
quando cioè è stato scoperto il primo focolaio nel paese, sono 19 le vittime dell’influenza aviaria. Peggio dell’Egitto solo l’Indonesia, con 94 decessi, e il Vietnam, con 47
persone morte.

Intanto in Bangladesh circa 20 mila polli sono stati abbattuti in seguito all’individuazione di una infezione dal virus.

Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, dal 2003 il virus H5N1 ha ammazzato 210 persone in 12 diversi paesi del mondo. Certo, dopo i quattro decessi in Egitto è ancora
presto per gridare all’epidemia, come quella che colpì nel 2003 il sud-est asiatico e che due anni dopo minacciò anche l’Europa.

Leggi Anche
Scrivi un commento