Ecco i consigli di Legambiente per dare un taglio alla CO2

Ecco i consigli di Legambiente per dare un taglio alla CO2

 

Piccoli gesti che fanno la differenza. Riciclare il giornale e la scatola della pasta, il barattolo della marmellata e la lattina dei pomodori. Attraverso poche azioni quotidiane è
possibile, per ognuno di noi, risparmiare all’atmosfera fino a 200 chili di CO2, differenziando e avviando al riciclo circa 200 chili di spazzatura, pari al 40% dei nostri rifiuti
prodotti in un anno.

In occasione di Puliamo il Mondo 2008, l’iniziativa organizzata da Legambiente in tutta Italia il 26, 27 e 28 settembre, l’associazione ambientalista fornisce consigli
semplici e alla portata di tutti per abbattere le emissioni di anidride carbonica, il gas che più di ogni altro è responsabile dell’effetto serra.

Puliamo il Mondo infatti si intreccia quest’anno con Stop The Fever, l’ultima campagna di sensibilizzazione sui mutamenti climatici dell’associazione del cigno verde.
E non a caso, “Clean Up Our Climate” è il tema scelto quest’anno a livello internazionale per Clean Up The World, la più grande iniziativa di
volontariato ambientale nel mondo che si svolge ogni anno a fine settembre. Un filo rosso lega cambiamenti climatici e raccolta differenziata: riciclare e riutilizzare significa meno
rifiuti inviati in discarica o bruciati negli inceneritori, grandi emettitori di CO2.

Così, nella tre giorni di pulizie straordinarie per l’ambiente, accanto alle centinaia di migliaia di volontari che si rimboccheranno le maniche per ripulire strade,
piazze, parchi e fiumi in tutta Italia, gli attivisti di Legambiente saranno in piazza per sensibilizzare i cittadini sulla raccolta differenziata e spiegare gli effetti sull’ambiente
di una corretta gestione dei rifiuti.

“Salvare il pianeta dal riscaldamento globale passa anche attraverso l’impegno quotidiano di tutti noi – dichiara Andrea Poggio, vice direttore di Legambiente e responsabile di
Puliamo il Mondo -. Per questo chiediamo ai cittadini di differenziare ancor più di quello che fanno oggi, dando loro suggerimenti concreti che permettano di quantificarne gli
effetti. Il loro impegno, però, non può prescindere da quello delle amministrazioni pubbliche – continua Poggio -. I cittadini devono pretendere un servizio di
smaltimento adeguato, altrimenti lo sforzo dei singoli rischia di essere vanificato”.

Ecco gli 8 consigli dell’associazione per riciclare i rifiuti urbani e risparmiare le emissioni di CO2:
– avviare a riciclo due scatole di cartone al giorno (100 grammi al giorno, 30 Kg all’anno, risparmio 27 Kg CO2);
– avviare a riciclo il 40% degli scarti organici di cucina (170 grammi al giorno, 51 Kg all’anno, risparmio 20 Kg CO2);
– avviare a riciclo 2 bottiglie o flaconi e 2 vaschette di plastica (120 grammi al giorno, 36 Kg all’anno, risparmio 72 Kg CO2);
– riutilizzare in ufficio 10 fogli di carta scrivendoci sul retro (25 grammi al giorno, 7,5 Kg all’anno, risparmio 16 Kg CO2);
– avviare a riciclo 1 scatoletta di metallo al giorno (20 grammi al giorno, 6 Kg all’anno, risparmio 11 Kg CO2);
– avviare a riciclo 3 vasetti di vetro a settimana (110 grammi al giorno, 33 Kg all’anno, risparmio 11 Kg CO2);
– avviare a riciclo 1 lattina di bibita alla settimana (3,5 grammi al giorno, 1 Kg all’anno, risparmio 17 Kg CO2);
– avviare a riciclo 1 giornale (100 grammi al giorno, 30 Kg all’anno, risparmio 27 Kg CO2).

Puliamo il Mondo è organizzata con il patrocinio del ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, il ministero dell’Istruzione, dell’Università e
della Ricerca, la rappresentanza a Milano della Commissione Europea e Unep (Programma per l’Ambiente delle Nazioni Unite), in collaborazione con UPI (Unione Province Italiane),
Federparchi, Uncem (Unione Nazionale Comuni, Comunità, Enti Montani), Anci (Associazione nazionale comuni italiani) e Fiseassoambiente. Sono sponsor: Snam Rete Gas, UniCredit
Group, Federambiente e Ikea.
Media partners: La Nuova Ecologia.

Leggi Anche
Scrivi un commento