Corsaro: «il settore aerospaziale strategico per industria»

Varese – Affermare a livello nazionale e internazionale il ruolo di uno dei settori più importanti dell’industria varesina, quello aerospaziale, che ha ottime
prospettive di crescita e che può generare attrazione di investimenti sul territorio.

E’ questo l’obiettivo del convegno «distretto aerospaziale lombardo: un’opportunità da cogliere», organizzato dall’Unione degli Industriali della Provincia di Varese a Ville
Ponti e a cui ha partecipato l’assessore regionale all’Industria e PMI, Massimo Corsaro.

«Quello aerospaziale è un settore strategico su cui è necessario rivolgere grande attenzione – ha detto Corsaro – e il dinamismo che lo caratterizza significa, per la nostra
Regione in primis, non solamente un contributo in termini di addetti, quanto piuttosto la garanzia di valori aggiunti quali l’integrazione e la promozione dello sviluppo di competenze, processi
e tecnologie. Tutte peculiarità vitali per il panorama economico lombardo nel suo insieme».
«Oggi la Lombardia è una delle regioni italiane in cui è più consistente la presenza di attività industriali aerospaziali – ha aggiunto Corsaro – sia in
termini di insediamenti che di addetti, proprio perché da noi la filiera aerospaziale sta assumendo una notevole importanza, anche in considerazione del ruolo chiave che questa
può rappresentare sia per gli insediamenti della grande impresa che per il tessuto delle piccole e medie imprese locali».

A questo punto, secondo Corsaro, «è necessario che entrino in gioco le Istituzioni affinché si individui una strategia politico-industriale di lungo periodo che possa
garantire alla Lombardia una posizione di rilievo nel settore aerospaziale grazie ad un sistema competitivo e sinergico». E proprio in merito alla partecipazione di Regione Lombardia a
progetti di innovazione, ricerca e sviluppo, Corsaro ha fatto riferimento al regime di Aiuto di Stato n. 302/2007, approvato dalla Commissione Europea a fine del 2007, per la realizzazione di
progetti di innovazione industriale in settori ritenuti strategici.
«Vogliamo sperimentare, o meglio verificare, la possibilità di garantire supporto ad un settore, quello aerospaziale, che rientra a pieno nella categoria delle nanotecnologie e dei
prodotti ad alto contenuto tecnologico. In quest’ottica l’avvio di un metadistretto ad hoc rappresenterebbe senza dubbio una grande opportunità per la nostra Regione».

Leggi Anche
Scrivi un commento