Contributi 2008 per gli iscritti alle gestioni artigiani e commercianti

L’Inps, con circolare n. 64 del 5 giugno 2008, ha fornito istruzioni in merito alla riscossione 2008 dei contributi dovuti dagli iscritti alle gestioni artigiani e commercianti sulla quota di
reddito eccedente il minimale e dai liberi professionisti iscritti alla gestione separata.
Dato che, dal 1° gennaio 2007, i titolari di partita IVA devono effettuare i versamenti fiscali e previdenziali per via telematica, l’Istituto ha inviato loro un prospetto di liquidazione
contenente l’indicazione degli importi e delle causali per i versamenti ed una lettera esplicativa delle modalità di determinazione degli importi. Invece, per agli artigiani ed i
commercianti non titolari di partita IVA, l’Istituto ha provveduto alla spedizione anche dei modelli F24.
L’Inps ha precisato che i contributi relativi alla quota di reddito eccedente il minimale devono essere versati entro il 16 giugno 2008 (saldo 2007 e primo acconto 2008) ed entro il 1°
dicembre 2008 (secondo acconto 2008), poichè il 30 novembre cade di domenica. Tuttavia, il versamento del saldo 2007 e del primo acconto 2008 (e non di altre somme eventualmente a
debito) può essere effettuato entro il 16 luglio 2008, ma l’importo deve essere maggiorato dello 0,40% a titolo di interessi (e la maggiorazione deve essere versata separatamente dai
contributi, utilizzando la causale contributo «API» o «CPI» e la codeline INPS utilizzata per il versamento del relativo contributo).

Reddito imponibile
Per determinare il reddito imponibile bisogna prendere in considerazione il totale dei redditi d’impresa conseguiti nel 2007, al netto delle eventuali perdite dei periodi d’imposta precedenti
scomputate dal reddito dell’anno.
L’Inps ha spiegato che i seguenti elementi costituiscono la base imponibile per il calcolo della contribuzione dovuta, indicati eventualmente nei quadri RF (impresa in contabilità
ordinaria), RG (impresa in regime di contabilità semplificata e regimi forfetari) e RH (redditi di partecipazione in società di persone ed assimilate):
RF49 – (RF50 RF52, col.1) [RG29 – (RG31 RG33, col.1)] [somma algebrica (colonne 4 da RH1 a RH4 con codice 1 o 3 e colonne 4 da RH5 a RH6) – RH12].

Rateizzazione
L’Istituto ha ricordato che è possibile rateizzare solo i contributi dovuti sulla quota di reddito eccedente il minimale imponibile e che la prima rata deve essere versata entro il
giorno di scadenza del saldo e/o dell’acconto, eventualmente differito, mentre le altre rate entro il giorno 16 di ciascun mese di scadenza (per i titolari di partita IVA) ed entro la fine di
ciascun mese (per gli altri contribuenti).
L’importo da pagare ad ogni scadenza è dato dalla sorte capitale (a cui va aggiunta l’eventuale maggiorazione dello 0,40% dovuta per differimento divisa per il numero delle rate) e dagli
interessi relativi alla singola rata (da calcolare al tasso dello 0,5% mensile).

Inps, circolare n. 64 del 5 giugno 2008

Leggi Anche
Scrivi un commento