Contratti, Venturi (Confesercenti): «bene il confronto. Finalmente meno conservatori in giro»

“Sulla contrattazione sembra che ci siano meno conservatori in giro, attaccati al modello del ’93 che appartiene in tutti i sensi al secolo scorso. Che tutto il sindacato sostenga che si possa
aprire un confronto per riformarla è davvero un gran bel segno. Del resto tutto è cambiato dalle crisi degli anni ’90: moneta, modelli produttivi, mercato del lavoro.

La via migliore ci sembra allora quella che esalti l’autonomia delle parti sociali e conduca ad una proposta di riforma condivisa da imprese e sindacati da portare poi al tavolo del Governo che
non è solo un garante ma va anche chiamato ad adeguarsi come datore di lavoro.
Auspichiamo che le associazioni delle piccole imprese possano affrontare la riforma della contrattazione unite come è avvenuto per le grandi questioni economiche e del lavoro. Sempre che
le parole non siano molto più avanti delle volontà politiche”.

Leggi Anche
Scrivi un commento