Consigli dei giovani: in 58 a Parigi per incontrare il sindaco e far crescere l'Europa

Roma – Quattro giorni di incontri, dibattiti e iniziative che vedranno insieme i giovani del Lazio e quelli di Parigi, è l’obiettivo del viaggio di una delegazione di 58
componenti dei Consigli dei Giovani del Lazio, guidata dal responsabile della Struttura «Politiche in favore dei Giovani» della Presidenza della Regione Lazio Massimiliano Monnanni,
a Parigi dal 13 al 16 marzo, per incontrare il Sindaco, Bertrand Delanoe, e il locale «Conseil de la Jeunesse».

L’iniziativa è nata da una lettera con la quale il Presidente Piero Marrazzo ha proposto al Sindaco della Capitale francese di avviare un percorso di collaborazione sui temi dei diritti
di cittadinanza delle nuovegenerazioni, coinvolgendo in progetti comuni i Consigli dei giovani delle rispettive istituzioni. La proposta è stata accolta con entusiasmo dal Comune di
Parigi che fin dal 2003 si è dotato del Consiglio dei Giovani realizzando al contempo numerosi progetti innovativi per i giovani quali la «Maison des initiatives etudiantes»
e il festival di creatività giovanile «Icì et demain» la cui quinta edizione si svolge appunto dal 6 al 20 marzo.

Oltre all’incontro con il Consiglio dei Giovani parigino, la delegazione visiterà la «Maison des initiatives etudiantes», centro polifunzionale giovanile istituito nel 2004
dal Comune di Parigi che accoglie e sostiene lo sviluppo di più di 100 associazioni giovanili, il cui modello ha ispirato la realizzazione dei «Centri di iniziativa giovanile e
studentesca» di prossima istituzione in ogni Provincia del Lazio. Una particolare attenzione verrà poi riservata al Festival «Icì et demain» completamente
autogestito dalle associazioni studentesche e giovanili parigine, articolato in oltre 50 eventi in 30 luoghi diversi della città.

I rappresentanti dei Consigli dei Giovani del Lazio illustreranno le iniziative e i progetti che, in poco meno di tre anni, hanno portato la Regione Lazio all’avanguardia in Italia nel settore
delle politiche giovanili: dalla Carta Giovani distribuita gratuitamente a oltre 150mila ragazzi e ragazze da 14 a 25 anni residenti e domiciliati nel Lazio, ai Consigli dei Giovani operanti in
38 comuni, alla legge regionale sulla promozione degli strumenti di partecipazione istituzionale delle giovani generazioni alla vita politica e amministrativa locale, approvata nel dicembre
scorso.

«E’ con iniziative come questa – ha dichiarato il Presidente Marrazzo – che si promuove in maniera efficace e concreta la partecipazione dei nostri giovani ai processi decisionali e
all’integrazione europea. Ci farà molto piacere poter ricevere nella nostra Regione una delegazione del Consiglio dei Giovani di Parigi per proseguire questo percorso e giungere alla
definizione di un laboratorio permanente europeo giovanile che abbia al centro della propria azione i temi del lavoro, dei diritti civili e delle politiche di inclusione delle nuove generazioni
a tutti i livelli».

Leggi Anche
Scrivi un commento