Confagricoltura chiede il blocco delle importazioni anche degli animali da macello

A tutela degli allevamenti italiani di fronte all’emergenza blue tongue, Confagricoltura sollecita le Amministrazioni ad applicare contestualmente al blocco degli animali da vita anche quello
delle importazioni degli animali da macello provenienti dalle aree soggette a restrizione sanitaria.

Confagricoltura ribadisce la contrarietà del mondo allevatoriale ad iniziative di profilassi che non prevedano l’esclusivo utilizzo di vaccini inattivi, sulla cui efficacia,
disponibilità ed effettivo utilizzo sollecita una rapida verifica da parte dell’Amministrazione Sanitaria.

Ma ritiene indispensabile tutelare le strutture produttive italiane dalla possibile diffusione dei ceppi virali di blue tongue responsabili della malattia in ampie aree del territorio francese
e di altri Paesi del nord Europa.

A parere di Confagricoltura è, inoltre, necessario ed urgente che le Autorità sanitarie italiane e francesi definiscano ed attuino strategie operative condivise, che mettano gli
allevatori italiani al riparo dalla diffusione della malattia e quindi in grado proseguire senza ingiustificate penalizzazioni economiche la loro attività produttiva.

Leggi Anche
Scrivi un commento