Concorso Internazionale del Barbera: al via la terza edizione

Si svolgeranno dall’8 al 10 novembre 2007 ad Alessandria le sessioni di degustazione relative al III Concorso Internazionale del Barbera, promosso dalla Camera di
Commercio di Alessandria
attraverso la propria azienda speciale Asperia e realizzato con la collaborazione economica della Regione Piemonte, della Provincia di
Alessandria
e della Fondazione Cassa Risparmio di Alessandria.

Sulla base delle domande di partecipazione pervenute, sono 321 i campioni che concorreranno all’assegnazione dei premi, suddivisi nelle quattro categorie previste dal regolamento:

ÃËŔ Categoria 1 (241 campioni): Vini italiani fermi a Denominazione di Origine Controllata (85% uva Barbera) con l’indicazione di vitigno
Barbera in etichetta; sono esclusi i vini rosati, vivaci o frizzanti.

ÃËŔ Categoria 2 (30 campioni): Vini italiani fermi a Denominazione di Origine Controllata o ad Indicazione Geografica Tipica, senza
indicazione di vitigno Barbera in etichetta, prodotti per almeno il 50% con uve Barbera; sono esclusi i vini rosati, vivaci o frizzanti
.

ÃËŔ Categoria 3 (19 campioni): Vini italiani a Denominazione di Origine Controllata o Indicazione Geografica Tipica, vivaci o frizzanti
prodotti per almeno il 50% con uve Barbera
.

ÃËŔ Categoria 4 (31 campioni): Vini esteri prodotti con uve Barbera per almeno il 50% in conformità alle corrispondenti
classificazioni dei paesi di provenienza; sono esclusi i vini rosati
.

I vini in concorso (5% in più rispetto all’edizione precedente) provengono per circa due terzi dal Piemonte, culla d’origine del vitigno, in cui il Barbera trova le sue più alte
espressioni. Il resto dei campioni proviene sia da diverse regioni italiane (sono numerose le DOC italiane che prevedono uve Barbera nel proprio disciplinare), sia da Paesi esteri, in
particolare da California ed Australia, nelle cui zone viticole il Barbera sta acquisendo sempre maggiore visibilità.

I 21 componenti delle 3 commissioni da 7 giudici sono in maggioranza tecnici enologi, ma anche giornalisti e rappresentanti ONAV (Organizzazione Nazionale Assaggiatori Vino). La maggior parte
dei giudici sono stranieri (da Francia, Spagna, Germania, Gran Bretagna, Canada, Stati Uniti, Svizzera, Austria). I degustatori italiani vengono sia dal Piemonte sia da altre regioni vinicole
italiane (Veneto, Emilia Romagna).

Il Concorso si propone di:

ü valorizzare il vitigno Barbera, autoctono del Piemonte ma che si sta dimostrando sempre più valido per produrre vini adatti ai palati di tutto il mondo;

ü stimolare le categorie interessate al continuo miglioramento qualitativo del prodotto, ponendo a confronto le diverse soluzioni produttive ottenute con il vitigno Barbera a livello
mondiale;

ü orientare i consumatori internazionali ad utilizzare il vino prodotto con il vitigno Barbera, evidenziandone le peculiarità qualitative e la particolare versatilità ad
abbinarsi sia con i piatti tipici piemontesi sia con le proposte gastronomiche della cucina internazionale.

La partecipazione al Concorso è gratuita, e rappresenta per i produttori un’ottima occasione di valorizzare il lavoro compiuto sul vitigno Barbera e per dare visibilità alla
propria azienda. I vini premiati avranno particolare visibilità nella documentazione, nei comunicati stampa ed in tutto il piano di comunicazione previsto intorno alla manifestazione,
che avrà ampia diffusione presso operatori qualificati in Italia ed all’estero.

Con l’edizione 2007 sarà infatti ulteriormente potenziata l’azione di comunicazione successiva al Concorso, per migliorare la ricaduta d’immagine e – perché no? – commerciale
derivante dalla partecipazione dei vini al Concorso e dalla vincita di un premio. I vincitori saranno inoltre coinvolti in specifiche iniziative, successive all’evento, volte ad interessare il
maggior numero possibile di appassionati di vino.

Per gli aspetti tecnici e logistici, Asperia si avvale della collaborazione di Vinidea, società internazionale di servizi specializzata nel settore vitivinicolo con sede in Italia
a Ponte dell’Olio (PC) (www.vinidea.it). Con l’edizione 2007 è stata inoltre attivata una collaborazione con il CDV – Concours
des Vins di Bourg s/Gironde (Francia), che ha portato alla messa a punto di una nuova scheda di degustazione.

Tale scheda, a lettura ottica per minimizzare i rischi di errore, integra la scheda di degustazione ufficiale dell’Union International des Oenologues (prevista dal DM 8/3/1994 per ogni
concorso riconosciuto dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali) con una parte descrittiva su pregi ed eventuali difetti, in modo da sfruttare le capacità sensoriali dei giudici
per ottenere, oltre al punteggio globale, un profilo descrittivo dei vini e poter quindi fornire a tutti i produttori partecipanti un giudizio qualitativo sul loro vino espresso da una giuria
qualificata ed internazionale.

Questa nuova edizione del Concorso ha tutte le carte in regola per essere anche quest’anno una importante occasione di confronto delle produzioni piemontesi di Barbera con quelle delle diverse
aree produttive, sia nazionali che estere, nell’ottica di perseguire sempre il miglioramento della qualità.

Leggi Anche
Scrivi un commento