Compa: giornalisti della Struttura stampa-Giunta Abruzzo premiati a Bologna

Bologna – La Struttura stampa della Giunta regionale premiata a Bologna per la web tv, in particolare per la produzione del tg istituzionale. Si tratta di un importante riconoscimento
assegnato in base ai contenuti e allo stile giornalistico, all’efficienza e all’efficacia della divulgazione delle notizie, alla fruibilità del prodotto concepito come tv di servizio,
alla qualità audio-visiva del montaggio e degli effetti grafici.

La cerimonia di premiazione è avvenuta oggi al Salone della Comunicazione Pubblica di Bologna (Compa 2007). A consegnare gli attestati di riconoscimento sono stati il portavoce del
ministro per le Riforme e l’innovazione tecnologica nella Pa, Chiara Amadei e il Presidente del Formez, Carlo Flamment. A ritirare il premio, per l’Abruzzo c’erano Katia Scolta, giornalista,
responsabile dell’ufficio multimediale ed Adelindo Paolucci, cine-operatore della struttura regionale. Alla produzione multimediale hanno collaborato anche Amedeo Di Nicola, Roberto Chiarizia,
Massimiliano Ibridi ed Enrico Messeri, cineoperatori, Roberta Copersino, comunicatrice e Barbara Fabiani, grafica. Direttore responsabile Alfonso Morelli. Si tratta del terzo Premio nazionale
«La P.A. che si vede- la tv che parla con te» cioè il Forum permanente delle tv pubbliche web e digitali promosso dal Formez, in collaborazione con l’Associazione italiana
della Comunicazione pubblica.

Dal 2005, infatti, il Formez ha deciso di valorizzare le migliori esperienze. La Regione Abruzzo ha partecipato al concorso per la categoria «Notiziario istituzionale» (informazioni
di taglio giornalistico e di cronaca sulle attività dell’ente, con riferimento alla pubblica utilità: tg quotidiani o periodici, inchieste, rubriche, interviste ecc.) con il
rotocalco informativo per non udenti, una rubrica web d’informazione settimanale realizzato dalla Struttura Speciale di Supporto Stampa della Giunta con servizi di approfondimento su argomenti
di carattere istituzionale. La menzione speciale è stata attribuita con la seguente motivazione: «per l’informazione di servizio rivolta al cittadino comune ma anche a quella parte
della collettività che soffre di disabilità uditiva. Merita una menzione speciale questa amministrazione che da tempo ha creduto nella produzione dell’informazione video. Negli
ultimi tre anni la Regione Abruzzo ha sperimentato diversi modelli di comunicazione, ha gestito centri di produzioni localizzati in punti distanti del territorio favorendo la visibilità,
il coinvolgimento e l’informazione del livello amministrativo locale. Assieme al resto delle amministrazioni coinvolte dal Formez, sta investendo sulla ricerca del posizionamento delle web tv
pubbliche e nell’analisi delle possibili attività di cooperazione nel settore dell’audiovisivo».

Il tg presentato a Bologna è un approfondimento delle tematiche che vedono impegnato il governo regionale nel corso della settimana, reso disponibile, in versione on demand, sul sito
www.regione.abruzzo.it/stampa (basta cliccare sulla finestra rotocalco). La novità è quella di affiancare alle immagini un interprete del linguaggio dei segni per dare la
possibilità ai non udenti di conoscere più da vicino l’attività regionale. Tutto ciò è stato reso possibile grazie alla collaborazione con l’Ensa,
l’associazione nazionale sordomuti della Regione, che ha fornito personale specializzato alla traduzione delle immagini. Il rotocalco è a disposizione di tutte le emittenti televisive e
radiofoniche che intendono trasmetterlo sulle proprie frequenze fornendo così un servizio sociale molto importante. In particolare, il premio del Formez intende segnalare le migliori
esperienze di tv interattiva come nuovo modello di servizio al cittadino, sfruttando al meglio le potenzialità associate del web, del video, della Tv digitale. La Giuria, che ha
esaminato oltre 50 prodotti, era presieduta dal professor Mario Morcellini ed era composta da Sergio Talamo (Responsabile Stampa ed Editoria del Formez e Responsabile del Premio), da Chiara
Amadei (portavoce del Ministro Luigi Nicolais), dal Prof. Sergio Zoppi, dal prof. Alessandro Rovinetti e dal vice presidente dell’Ordine nazionale dei Giornalisti, Enrico Paissan.

Leggi Anche
Scrivi un commento