Come certificare l'esposizione all'amianto

Sulla G.U. n. 110 del 12 maggio 2008 è stato pubblicato il decreto 12 marzo 2008 con cui il Ministero del Lavoro ha stabilito le procedure per la certificazione di esposizione
all’amianto di lavoratori occupati in aziende interessate agli atti di indirizzo ministeriale.
In particolare il decreto prevede che possano avvalersi della certificazione per il conseguimento dei benefici previdenziali i lavoratori che:
– hanno presentato all’INAIL domanda per il riconoscimento dell’esposizione all’amianto entro il 15 giugno 2005;
– hanno prestato nelle aziende interessate dagli atti di indirizzo adottati dal Ministero del lavoro la propria attività lavorativa, con esposizione all’amianto per i periodi successivi
all’anno 1992 fino all’avvio dell’azione di bonifica e, comunque, non oltre il 2 ottobre 2003, con le mansioni e nei reparti indicati nei predetti atti di indirizzo, limitatamente ai reparti od
aree produttive per i quali i medesimi atti riconoscano l’esposizione protratta fino al 1992;
– non sono titolari di trattamento pensionistico avente decorrenza anteriore alla data di entrata in vigore della legge n. 247 del 2007.
Tali tipologie di lavoratori devono presentare domanda all’Inail entro un anno dall’entrata in vigore del decreto e l’Inail certificherà la durata di esposizione all’amianto per i
periodi di attività lavorativa svolta nelle aziende interessate dagli atti di indirizzo ministeriale successivamente all’anno 1992 fino all’avvio dell’azione di bonifica e, comunque, non
oltre il 2 ottobre 2003.
Per la certificazione, devono essere presentati all’Istituto:
– la domanda del lavoratore
– la comunicazione da parte delle ASL competenti della data di avvio dell’azione di bonifica o del mancato avvio dell’azione della stessa;
– il curriculum professionale del lavoratore interessato, rilasciato dal datore di lavoro, dal quale risultino le mansioni, i reparti e i periodi lavorativi svolti successivamente all’anno 1992
sino all’avvio dell’azione di bonifica e, comunque, non oltre il 2 ottobre 2003.

Decreto 12 marzo 2008 del Ministero del Lavoro

Leggi Anche
Scrivi un commento