CineBo – Il gusto del cinema

«Il cibo sembra legarsi al cinema fin dal principio, non distaccandosene mai più e agganciando indissolubilmente la relazione primaria del mangiare a quella secondaria del
vedere. Il cibo, la sua rappresentazione cinematografica, assume, pellicola dopo pellicola, una specifica funzione narrativa e d’identità, che sia essa geografica, familiare o
sociale».

Con queste parole il Prof. Salvatore Gelsi, ovvero colui che si può a ragione definire il massimo esperto italiano in materia di cinema e gastronomia e che ha scritto il
manifesto di «CineBo», spiega l’affascinante relazione tra la settima arte e il cibo che anche
in questa edizione saranno assoluti protagonisti.

«CineBo», dopo lo straordinario successo di pubblico e critica riscosso all’esordio, torna proponendo importanti novità.

L’organizzazione, l’Associazione culturale «Il Paradosso del Barbiere», si avvarrà di prestigiose collaborazioni, su tutte, la Regione
Marche
e la Mediateca delle Marche, oltre a quelle ormai consolidate con «IO NINO», Slow Food e l’Amministrazione
comunale di San Lorenzo in Campo.

I contenuti proposti, principalmente, riguarderanno le Marche, da assaporare e scoprire attraverso il suo cibo e il suo cinema.

«CineBo», oltre a valorizzare le tradizioni enogastronomiche locali, permetterà di osservare e apprezzare la nostra Regione
in maniera del tutto inedita, ovvero tramite l’occhio magico del cinema, sottolineandone gli stereotipi, i luoghi, la memoria e le curiosità.

Lo scopo è anche quello di far conoscere e ri-scoprire, raccontando le loro storie, i marchigiani che hanno fatto la storia della settima arte e quelli, giovani,
che stanno cercando di emergere
.

«CineBo», inoltre, si avvarrà dell’allestimento di una mostra assolutamente originale sui manifesti cinematografici relativi alla relazione tra cibo e
cinema
.

Ma adesso basta parlare, bisogna vedere perché il cinema è cinema, cioè linguaggio e come tale ricalca il nostro mettersi a tavola: quando ci alziamo sazi siamo quasi
già pronti per risedervi affamati.

Quattro le giornate in programma.

La seconda edizione prenderà il via domenica 18 maggio alle ore 17 con l’appuntamento «CineBo in cisterna».

Nell’antica e suggestiva cisterna del nuovo Museo Archeologico del territorio della città Romana di Suasa, sarà inaugurata la
mostra di manifesti cinematografici dal titolo «Uno sguardo oltre lo schermo: la fame e l’abbondanza nei manifesti cinematografici».

Interverranno il Sindaco di San Lorenzo in Campo, Antonio Di Francesco e Massimo Conti, collaboratore della Mediateca delle Marche e
curatore della mostra
.

Seguirà una degustazione a base di olive ascolane & bollicine curata dal Ristorante Giardino di San Lorenzo in Campo e dall’azienda
agraria Fiorini di Barchi. Accompagnerà il pomeriggio la fisarmonica del maestro Giacomo Rotatori.

La mostra rimarrà aperta fino al 30 giugno ed oltre al giorno dell’inaugurazione, l’ingresso sarà gratuito anche durante le serate del CineBo,
del 24 e 30 maggio e il 14 giugno. I musei saranno aperti dalle ore 20 alle 24. In questo periodo la mostra sarà visitabile nei
seguenti giorni ed orari: sabato, domenica e festivi dalle ore 15.30 alle 19.30. L’ingresso è gratuito.

«Ossessione carne – Cibo come carne, carne come corpo, corpo come cibo» è il titolo della serata in programma sabato 24 maggio alle
ore 20.30.

Si partirà al teatro Mario Tiberini con «Macellai e cannibali, visioni di carne»: una miscela di proiezioni tratte da film che hanno fatto
la storia del cinema.

A seguire, il Dott. Matteo Mugnani, psicologo, specializzato in disturbi del comportamento alimentare, Direttore Scientifico dell’Associazione MondoSole-CPA (Centri di
Psicologia dell’Alimentazione) e collaboratore di SKY Cinema, guiderà i presenti attraverso una conferenza-spettacolo nell’analisi del rapporto tra cinema e
cibo
, tra uomo e carne.

Alle 22.30 ci si sposterà nella suggestiva Piazza Padella per una degustazione, grigliata di carne, curata
dell’azienda agricola di Lino Landi di San Lorenzo in Campo ed un assaggio di vini dell’azienda agraria
Fiorini di Barchi. Le degustazioni proseguiranno per tutta la serata al CineBar.

Sulle note del Cialtrontrio: trio swing che ripropone una divertente rilettura di molti classici della musica italiana anni 40 e 50, s’accenderà la serata.

Mercoledì 28 maggio, alle ore 21, presso l’ex cinema parrocchiale, sarà proiettato il film «La Regina degli
scacchi»,
regia di Claudia Florio, ospite della serata del 30 maggio, con Barbara Bobulova. L’ingresso è gratuito

Si tornerà al teatro Mario Tiberini, venerdì 30 maggio (ore 20.30), per l’appuntamento «Nazionalità
«Marchisciana» – Il cibo delle Marche nel cinema»
.

La Mediateca delle Marche presenterà in anteprima un video dal titolo «L’immagine delle Marche nel cinema italiano – Come
olive per le Marche – Cinema e cucina marchigiana
». Il video è frutto di un minuzioso lavoro di ricerca e montaggio e ripercorre la storia del cinema italiano
soffermandosi sulle Marche e sul suo cibo.

Interverranno: il Prof. Stefano Schiavoni, Presidente Mediateca delle Marche; la Dott.ssa Anna Olivucci, Marche Film
Commission
, Resonsabile Mediateca delle Marche e autrice del video; Massimo Conti, Sociologo,
collaboratore della Mediateca delle Marche e autore del video; Claudia Florio, regista e sceneggiatrice di diverse pellicole
tra cui «Il gioco» con Claudia Gerini e Jonathan Price e «La Regina degli scacchi» con Barbora Bubolova; Massimo Biagiali, Presidente
dell’ORPI e membro della Commissione Ministeriale per la ristorazione italiana all’estero
.

Francesco Fragomeno, Presidente della Pro Loco di San Costanzo, presenterà un video dell’Istituto
Luce
del 1934 sulla Sagra Polentara di San Costanzo.

In piazza Padella si potranno degustare tipicità marchigiane a cura del Ristorante Giardino di San Lorenzo in Campo e i vini
dell’azienda agraria Fiorini di Barchi. A seguire aprirà il CineBar.

La serata terminerà con il concerto dell’associazione culturale-folk La Damigiana. Protagonisti assoluti saranno i canti popolari della tradizione
marchigiana, dalla questua alle strofe improvvisate fino ai canti licenziosi da osteria.

«CineBo» si concluderà sabato 14 giugno con «GiornatAnimata», una giornata interamente dedicata all’animazione.

Alle ore 9, nella Sala multimediale Istituto Comprensivo Statale «Dante Alighieri», si terrà l’incontro-laboratorio «Cartoon e
didattica».
Interverrà Luca Paci, insegnante elementare, Apple Distinguished Educator ed esperto nell’uso dei cartoni animati a scuola. L’incontro
è destinato ad insegnanti ed operatori didattici che lavorano con ragazzi dai 3 ai 14 anni. Verrà illustrato l’uso di «iCartoon: i cartoni animati li faccio da
me!
», un software (che ha ricevuto il bollino di qualità Indire col massimo dei voti) con il quale i bambini possono realizzare cartoni animati ad uso didattico.

Nell’Aula Magna della scuola elementare (ore 11.30), si svolgerà l’incontro con Fabio Sandroni autore
del libro «Il maestro & Biancaneve». Attraverso il loro esame cinematografico si analizzeranno le potenzialità didattiche di otto fra i più
importanti cartoon Disney prodotti fra il 1937 e il 2003.

A seguire «Mangia libri di cibernetica»: degustazione-aperitivo a cura dell’azienda agricola Fiorini di Barchi e
della Mieleria di San Lorenzo di Luca Londei, campione d’Italia 2008.

Nel pomeriggio ci si sposterà nel prato della basilica «A giocar su Marte va»: proiezioni di cartoni animati e animazione per i più
piccoli
.

L’Azienda biologica Valentino di San Lorenzo in Campo proporrà «Insalata di matematica»: una gustosa merenda
biologica per bambini
.

Dalle ore 16, uno degli eventi più attesi: il Cosplay. Il termine, una contrazione delle parole inglesi costume («costume«) e play
(«interpretare/recitare«) indica un fenomeno di costume, nato in Giappone, che consiste nel vestirsi come i personaggi di manga, anime, telefilm, con la particolarità che i
costumi sono rigorosamente realizzati a mano dalle persone che li indossano. CineBo organizza per l’occasione un’esibizione-sfilata non competitiva con iscrizione gratuita (e
premi simbolici in palio) allo scopo di diffondere questo movimento culturale divertente e colorato. L’evento è organizzato in collaborazione con Emeraldas e
Angel Hitomi che introdurranno i Cosplayer partecipanti. Un fotografo professionale immortalerà ogni abito. Ci saranno appositi spazi per cambiarsi. Chi si
presenterà in costume avrà forti sconti sulle consumazioni. Disponibilità su richiesta di stanze per sacco a pelo e bus navetta per stazione treni.

Alle ore 19 aprirà il Boss Robot Bar: delicatezze e tipicità della cucina giapponese con i vini dell’azienda
agraria Fiorini di Barchi.

Seguirà un «Incontro Animato», al quale interverranno il Professor Federico Romani, per l’Istituto Statale d’Arte di Urbino – Scuola
d’animazione,
che illustrerà il lavoro della scuola presentando qualche spezzone e corti eseguiti dai suoi allievi; e il GT Group – The Ufo Project. Un gruppo
composto da quattro appassionati fan che grazie alla computer grafica stanno realizzando, a livello no-profit, un prequel su GOLDRAKE, un film vero e proprio di venti minuti.
Parleranno del loro progetto presentando alcuni spezzoni inediti e dei backstage. La giornata terminerà con il concerto dei Bishoonen. Da anni rappresentano una delle
band più rappresentative nell’ambito delle cover-band di cartoni animati. Conosciutissimi e amati dagli appassionati di questo mondo. Con particolare attenzione alle sigle degli anni
70/80 i Bishoonen articolano il loro spettacolo anche interagendo con delle proiezioni realizzate da loro stessi.

Leggi Anche
Scrivi un commento