Cassa integrazione straordinaria e apprendistato

Con nota del 5 novembre 2007, n. 32, il Ministero del Lavoro, in risposta al quesito della Fisascat Cisl (Federazione Italiana Sindacati Addetti Servizi Commerciali Affini e del Turismo), ha
confermato la non ammissibilità dell’applicazione della disciplina delle integrazioni salariali straordinarie ai contratti di apprendistato.

Il quesito della Fisascat Cisl parte dal presupposto che il trattamento straordinario di integrazione salariale è stato riconosciuto dall’INPS in ottemperanza ad una sentenza del T.A.R.
del Lazio (n. 8138/2005), ai dipendenti assunti con contratto di formazione e lavoro e che tale tipologia contrattuale, di fatto, è stata sostituita dal nuovo contratto di
apprendistato.
Secondo il Ministero, l’apprendistato, disciplinato dal D.Lgs. n. 276/2003, è l’unico contratto di lavoro a contenuto formativo attualmente esistente che ha sostituito l’ambito di
operatività un tempo riservato al contratto di formazione e lavoro, ma, oltre al Tar, anche l’art. 21 della L. n. 25/1955 non contempla per gli apprendisti il riconoscimento della Cassa
Integrazione Guadagni e pertanto non può essere esteso l’ambito di applicazione delle integrazioni salariali già valido per il contratto di formazione e lavoro alle nuove
tipologie di apprendistato di cui al citato D.Lgs. n. 276/2003.

Ministero del Lavoro, nota n. 32 del 5 novembre 2007
Scarica il documento completo in formato .Pdf

Leggi Anche
Scrivi un commento