Case popolari, Scotti: «sì a piano anti-abusivi»

Milano – Regione Lombardia sottoscriverà dopodomani, venerdì 11 aprile, con Provincia, Comune, Aler, Prefettura e Questura di Milano un Patto per assicurare la
riqualificazione dei quartieri di Edilizia residenziale pubblica, attraverso la «lotta» all’abusivismo, così come previsto della legge regionale 27/2007.

E’ questo l’obiettivo del testo approvato oggi dalla Giunta regionale, su proposta del presidente, Roberto Formigoni, di concerto con l’assessore alla Casa, Mario Scotti.

«Da un censimento effettuato pochi mesi fa da Aler e Comune di Milano – spiega Scotti – risulta che al 31 dicembre 2007 erano ancora circa 5.000 le abitazioni occupate abusivamente,
oltretutto proprio dove Aler e Comune di Milano stanno realizzando importanti interventi di riqualificazione».
«Tali occupazioni – aggiunge Scotti – non solo minacciano la sicurezza di chi abita in alloggi di edilizia residenziale pubblica, ma ostacolano la riqualificazione dei quartieri,
vanificando in questo modo gli sforzi finanziari di chi come Regione, Aler e Comune di Milano sta pianificando la propria politica per la casa per garantire un tetto a chi ne ha davvero
bisogno».

Il Piano che sarà sottoscritto si propone di individuare misure di prevenzione dell’abusivismo e iniziative che assicurino gli sgomberi con l’intervento delle Forze dell’Ordine.
«Per rendere ancora più efficaci queste azioni – sottolinea Scotti – devono essere previsti nei piani di sicurezza interventi per lo snellimento delle procedure di assegnazione
degli alloggi tuttora vuoti e azioni di accompagnamento in collaborazione con i Servizi Sociali del Comune per i nuclei in reale stato di necessità».

Il Patto verrà progressivamente esteso a tutti i Comuni della provincia di Milano.

Leggi Anche
Scrivi un commento