Carota novella di Ispica: sempre più vicino l’IGP

Carota novella di Ispica: sempre più vicino l’IGP

Passi avanti per il riconoscimento IGP alla carota novella di Ispica, cittadina della Sicilia, in provincia di Ragusa.

Il primo marzo il Soat, braccio operativo del dipartimento per gli interventi infrastrutturali in agricoltura, discuterà dell’inserimento del vegetale nel paniere delle eccellenze
agroalimentari con indicazione geografica protetta.

La carota di Ispica presente da tempo, inizia ad diffondersi negli anni 60. In quel periodo, diventa vista sempre più comune nel paesaggio della zona: oggi occupa una superficie di
produzione di 1.500 ettari, tra Ragusa e provincia.

La verdura ha forma cilindrica-conica, con dimensioni che oscillano tra 15mm diametro e peso 50 g a 40 mm e peso 150g. Il colore arancione è intenso e uniforme e l’aspetto
dell’epidermide è lucido. La polpa è tenera, dotata di buona consistenza e croccante.

La particolarità dell’alimento deriva dalla combinazione tra clima mediterraneo e la natura del suolo di Ispica, argilloso e calcareo. Tale unione ha favorito il buon sviluppo della
radice e generato una carota dal sapore dolce, il cuore poco fibroso, il profumo intenso, un aroma deciso dal sentore di erba e frutta.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento