Canoni di locazione sostenuti da studenti universitari fuori sede

D: Volevo sapere se il contratto di locazione è intestato al padre, che sostiene la spesa, consente la detrazione. Quale è il limite complessivo di spesa di cui può
usufruire ciascun contribuente? E se la sostiene per più contratti per più figli? Come si intende la verifica del rispetto del limite di distanza minima (100 km) tra luogo di
residenza e luogo degli studi, imposto per la fruizione della detrazione?

R: Il contratto di locazione intestato al padre, che sostiene la spesa, consente la detrazione a condizione che il figlio, studente universitario che usufruirà dell’immobile, si trovi
nelle condizioni richieste dalla norma.
L’importo di spesa non superiore a 2.633 euro costituisce il limite complessivo di spesa di cui può usufruire ciascun contribuente; ciò anche nell’ipotesi del genitore che
sostenga la spesa per più contratti in riferimento a più di un figlio.
Per verificare il rispetto del limite di distanza minima (100 km) tra luogo di residenza e luogo degli studi, imposto per la fruizione della detrazione, è possibile fare riferimento alla
distanza chilometrica calcolata in riferimento ad una qualsiasi delle vie di comunicazione esistenti, ad esempio ferroviaria o stradale.
Il diritto alla detrazione sussiste se almeno uno dei suddetti collegamenti risulti pari o superiore a cento chilometri.

Leggi Anche
Scrivi un commento