Calcolo della retribuzione pensionabile per periodi di lavoro svolto all'estero

L’Inps, con messaggio n. 11802 del 26 maggio 2008, ha segnalato che, in merito al contenzioso avviato sulla legittimità costituzionale del calcolo della retribuzione pensionabile per il
trasferimento di contributi dalla Svizzera, la questione risulta infondata.
La sentenza n. 172 del 23 maggio 2008 della Corte Costituzionale, infatti, ha dichiarato non fondata la questione di legittimità costituzionale avviata sull’art. 1, comma 777, legge 27
dicembre 2006 n. 296.
La norma, in particolare, stabilisce che, in caso di trasferimento presso l’AGO italiana dei contributi versati ad enti previdenziali di Paesi esteri in conseguenza di convenzioni ed accordi
internazionali di sicurezza sociale, la retribuzione pensionabile relativa ai periodi di lavoro svolto nei Paesi esteri è determinata moltiplicando l’importo dei contributi trasferiti
per cento e dividendo il risultato per l’aliquota contributiva per invalidità, vecchiaia e superstiti in vigore nel periodo cui i contributi si riferiscono.

Inps, messaggio n. 11802 del 26 maggio 2008

Leggi Anche
Scrivi un commento