Bruxelles: Nuovo impulso al settore dell’acquacoltura

Bruxelles: Nuovo impulso al settore dell’acquacoltura

Bruxelles – Sfruttare appieno il potenziale dell’acquacoltura europea dando un nuovo impulso alla crescita sostenibile del settore. E’ la nuova sfida che lancia oggi il commissario europeo
alla pesca e all’attività marittima Joe Borg. L’obiettivo: rilanciare una produzione che ristagna esaminandone le cause, migliorandone competitività e gestione.   

Di fronte al moltiplicarsi dei piani europei di ristrutturazione degli stock di pesce dal Mare del Nord al Mediterraneo, l’acquacoltura può assumere un ruolo strategico nel fornire ai
consumatori europei prodotti sani, di qualità e al giusto prezzo. Bruxelles ha quindi messo a punto una serie di orientamenti per “accrescere la competitività portando un sostegno
forte e continuo alla ricerca e allo sviluppo tecnologico, razionalizzando la pianificazione delle aree delle regioni costiere e dei bacini idrografici, integrando le esigenze dell’industria
acquicola nella politica di mercato europea per i prodotti della pesca”.   

In Italia l’acquacoltura è un’attività rilevante: il comparto produce 181.000 tonnellate annue per un valore di 476 milioni, posizionandosi ai primi posti in Europa. Nel mondo,
l’acquacoltura fornisce già il 50% del pesce che si consuma, ma Bruxelles ne è convinta, “può offrire ancora molto di più”.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento