Brunello: Pm, dissequestrati 1 milione di litri perchè declassati a I.G.T Toscana Rosso

 

Siena – Sono 1.100.000 i litri di vino Brunello di Montalcino, su 6.500.000 litri posti sotto sequestro dalla magistratura, che sono stati declassati a I.G.T Toscana Rosso su
richiesta della “quasi totalità dei produttori vinicoli” coinvolti nell’inchiesta. Declassamento che ha poi portato al loro dissequestro.

Lo afferma in una nota la Procura di Siena che, alla luce delle recenti notizie sull’inchiesta sul Brunello, ha deciso di “fornire alcune precisazioni per assicurare una corretta
informazione”.

Per quanto riguarda il Rosso di Montalcino sono stati invece declassati a Igt Toscana Rosso 450.000 litri su 700.000 che erano stati sequestrati. Ricostruendo le fasi dell’inchiesta
eseguita dalla guardia di finanza di Siena e dall’Ispettorato centrale qualità dei prodotti agroalimentari di Firenze, la procura precisa che l’attività investigativa ha
consentito “di accertare che molte imprese coinvolte hanno violato i disciplinari di produzione dei vini Brunello di Montalcino Docg e di Rosso di Montalcino”.

In seguito al declassamento, precisa la procura di Siena, è stato concesso il dissequestro, per quanto riguarda le annualità 2004, 2005, 2006 e 2007, “non sussistendo
più i presupposti per il mantenimento del provvedimento restrittivo”. “Gli eventuali dissequestri delle rimanenti quantità – spiega la nota – saranno invece subordinati ad
analisi di laboratorio, già eseguite per l’annata 2003, e controlli per verificarne la conformità ai disciplinari di produzione di riferimento”.

Per quanto riguarda il Brunello Docg 2003, prosegue la procura, “il dissequestro è stato concesso non solo in relazione al vino declassato, ma anche in ordine alle rimanenti
quantità di vino di cui è stata accertata, anche con esami di laboratorio, la conformità ai disciplinari di produzione di riferimento”.

“In relazione a due imprese – specificano i magistrati -, i vini sono risultati conformi ai disciplinari di produzione di riferimento. I prodotti di tali aziende non erano stati
sottoposti a sequestro preventivo, non essendo emersi elementi probatori che inducessero a ritenere che il prodotto fosse stato miscelato con vini di diversa origine”. Allo stato
attuale restano sotto sequestro 4.400.000 litri di Brunello di Montalcino e circa 220.000 litri di Rosso di Montalcino (su 700.000 inizialmente sequestrati). (ANSA).

Leggi Anche
Scrivi un commento