Brescia: 24 milioni per 388 alloggi. Firmati accordi

Brescia – «Parte il conto alla rovescia per la realizzazione di nuovi alloggi di edilizia pubblica e questa volta la data di consegna è certa: 31 dicembre 2009», Mario
Scotti, assessore alla Casa e Opere Pubbliche della Regione Lombardia, ha così commentato la firma, avvenuta oggi nella sede territoriale della Regione di Brescia, degli accordi per
costruire 388 appartamenti nel capoluogo e in altri 19 Comuni della provincia, rimarcando un elemento fondamentale in questi interventi: la cooperazione tra Regione, ALER ed Enti Locali,
cioè tra i soggetti che partecipano in qualche parte alla vicenda.

«In questo modo – ha proseguito Scotti – fissare un traguardo non aleatorio è veramente possibile, perché abbiamo eliminato in anticipo i fattori che potevano intervenire
negativamente sull’attuazione del piano. La Regione ha stanziato fondi che ci sono, i Comuni hanno messo a disposizione aree che ci sono». I tempi tecnici per la costruzione degli alloggi
diventano quindi più che ragionevoli e l’inizio dei lavori è previsto per la primavera, comunque non oltre l’inizio dell’estate per gli interventi di maggior complessità.

La firma degli Accordi, che ha visto la presenza di tutti i comuni interessati, primo fra tutti Brescia, rappresentato dall’assessore alla Casa Claudio Bagaglio, consente di far partire un
piano per 388 alloggi di edilizia pubblica per 41 milioni di euro complessivi, 24 dei quali finanziati dalla Regione: 20,7 milioni destinati a un nuovo Accordo quadro di sviluppo territoriale
(Aqst) per 20 interventi in altrettanti comuni (274 alloggi), e 3,7 milioni destinati a integrare l’Aqst esistente con il comune di Brescia (5 interventi, 114 alloggi).
Presente anche il presidente dell’ALER, Ettore Isacchini, che ha sottolineato un altro importante aspetto del nuovo corso in tema di edilizia residenziale pubblica: l’adeguamento dei canoni,
«misura – ha detto – che consentirà di far finalmente fronte alle esigenze di manutenzione e adeguamento del patrimonio pubblico». Patrimonio che, su scala regionale,
subirà un incremento significativo con la delibera approvata lo scorso dicembre: 2.738 alloggi, dei quali 567 ristrutturati, 2.021 costruiti ex novo e 150 acquisiti. 1.814 alloggi
saranno assegnati a canone sociale (e cioè a coloro che hanno un reddito ISEE fino a 14 mila euro e che, dunque, pagheranno un canone calcolato in base alla nuova legge regionale) e i
rimanenti 924 a canone moderato (circa 350 euro al mese per un alloggio di 80 mq).

GLI INTERVENTI IN DETTAGLIO

– NUOVO AQST PER LA PROVINCIA DI BRESCIA
274 ALLOGGI, 20,7 MILIONI

1) BAGNOLO MELLA – Acquisizione di 28 alloggi a canone sociale.
Finanziamento regionale: 3.170.000 euro.

2) BORGOSATOLLO – Realizzazione di 12 alloggi a canone sociale in località Santissima. Finanziamento regionale: 1.053.000 euro.

3) BOTTICINO – Nuova costruzione di 10 alloggi a canone sociale in via Tito Speri. Finanziamento regionale: 503.586 euro.

4) CASTENEDOLO – Realizzazione di 10 alloggi a canone sociale in via Piave. Finanziamento regionale: 582.475 euro.

5) DELLO – Realizzazione di 13 alloggi a canone sociale in via Piave. Finanziamento regionale: 708.308 euro.

6) FIESSE – Sull’area Madella sorgeranno 10 alloggi a canone sociale. Finanziamento regionale: 511.241 euro.

7) GHEDI – In via Curvane 12 alloggi a canone sociale.
Finanziamento regionale: 1.078.820 euro.

8) GOTTOLENGO – Recupero edilizio per la realizzazione di 7 alloggi a canone sociale in via XXIV Maggio. Finanziamento
regionale: 596.000 euro.

9) ISEO – Due interventi per un totale di 18 alloggi a canone sociale, 12 in località Cremignane con un finanziamento regionale di 1.213.000 euro e 6 in Traversa III di via Bonomelli,
con un finanziamento regionale di 515.000 euro.

10) LONATO – Tre interventi per complessivi 44 alloggi a canone sociale, 18 in via Fenil Nuovo Molini con un finanziamento regionale di 1.545.207 euro, 10 che verranno ricostruiti dopo la
demolizione dell’attuale costruzione (finanziamento regionale:
755.000 euro) e 16 previsti nel Piano di zona 167 (finanziamento
regionale: 1.375.000 euro).

11) MARCHENO E MARMENTINO – Dal recupero dell’ex scuola, verranno realizzati 18 alloggi a canone sociale. Finanziamento
regionale: 1.740.000 euro.

12) MONTIRONE – In via Stazione vecchia, come previsto dal piano di zona, verranno realizzati 31 alloggi a canone moderato.
Finanziamento regionale: 1.422.200 euro.

13) OSPITALETTO – Realizzazione di 14 appartamenti a canone moderato in via Martiri delle Foibe. Finanziamento regionale:
517.000 euro.

14) SAN ZENO NAVIGLIO – Realizzazione di 10 alloggi a canone sociale in via Pertini. Finanziamento regionale: 705.655 euro.

15) TEMU’ – Nuova costruzione di 10 alloggi ecosostenibili per l’Alta Valle Camuna, a canone sociale. Finanziamento regionale:
745.320 euro.

16) TRAVAGLIATO – Nuova costruzione di 10 alloggi a canone sociale in via Pertini e D’Azeglio. Finanziamento regionale:
849.521 euro.

17) VEROLANUOVA – Recupero dell’ex ospedale di via Grimani e realizzazione di 17 alloggi a canone sociale. Finanziamento
regionale: 1.162.000 euro.

– INTEGRAZIONE AQST ESISTENTE
114 ALLOGGI – 3,7 MIL.

1) BRESCIA (via Monti), recupero edilizio, 2 alloggi.
Finanziamento regionale: 51.000 euro.

2) BRESCIA (via Mazzucchelli 1 e 2), recupero edilizio, 40 alloggi. Finanziamento regionale: 1.161.900 euro.

3) BRESCIA (via Mazzucchelli 3 e 4), recupero edilizio, 40 alloggi. Finanziamento regionale: 1.157.700, euro.

4) BRESCIA (località Sanpolino pdz a/21 comparto 18), nuova costruzione, 20 alloggi. Finanziamento regionale: 987.266 euro.

5) BRESCIA (via Rose di sotto) nuova costruzione, 12 alloggi.
Finanziamento regionale: 384.143 euro.

Leggi Anche
Scrivi un commento