Bonaiuti: «La par condicio è solo contro Berlusconi»

«Ieri sera avete visto l`applicazione di una legge voluta in tutto e per tutto dalla sinistra, si chiama par condicio: una legge inventata per mettere il bavaglio a Berlusconi nella
comunicazione televisiva».

Lo ha affermato intervenendo a Radio Anch’io, il portavoce di Silvio Berlusconi, Paolo Bonaiuti, rivelando che nel ‘confronto’ di ieri sera «Berlusconi ha notato che sembrava di stare
nello studio del dentista: esce uno, entra un altro…».

«La par condicio rappresenta una parcellizzazione, una frammentazione dell`informazione, l`andare a vedere con il bilancino del farmacista chi ha fatto un secondo in più. Il
dibattito del 2006? Fu fatto addirittura con le telecamere fisse: Berlusconi aveva, per così dire, una mano legata dietro la schiena e furono fatte tre riunioni a Raicinema per decidere
che non si doveva inquadrare il suo volto, solo perchè Prodi aveva paura della sua mimica facciale…

La verità è che hanno voluto una legge pessima, che non c`è da nessun`altra parte al mondo. Si torni piuttosto alla libera comunicazione – ha concluso – così come
avviene negli Stati Uniti dove sono liberi gli spot, liberi i poster, dove tutto è libero. L`Italia della par condicio non c`entra nulla con l`America: qui comunicativamente siamo in
Russia, la Russia di un tempo che fu».

Leggi Anche
Scrivi un commento