Biella: ambiente e energia, incontro con Reggio Calabria

Biella 16 ottobre 2007 – Un impegno comune tra le autorità d’ambito del Piemonte e della Calabria, è il primo risultato della visita del presidente di Ato 5 Reggio
Calabria, Giuseppe Morabito, che ha incontrato ieri il presidente dell’Ato 2 e della Provincia di Biella Sergio Scaramal.

All’incontro, nella sala Becchia di via Quintino Sella, a Biella, erano presenti, oltre a Scaramal e Morabito (che è anche presidente della Provincia di Reggio Calabria) l’assessore alla
cultura Santo Gioffrè, quello alle attività produttive Antonio Santi e i tecnici Anna Albanesi e Franco Barilla. Per il Biellese c’erano gli assessori provinciali al lavoro Marisa
Lucano, all’istruzione Anna Fazzari, all’ambiente Davide Bazzini e alla pianificazione Sergio Pelosi. Con loro, il direttore di Ato 2 Giancarlo Robutti e gli amministratori delegati di
Cordar.it Rudi Giono e di Cordar Energia Alberto Prospero.

Tutti protagonisti di un tavolo istituzionale per lo sviluppo delle sinergie nazionali ed europee nell’ambito dei servizi idrici integrati, con l’impegno, condiviso dai presenti, per uno
sviluppo sostenibile a tutela dell’ambiente e del benessere dei cittadini che abbia come base la risorsa acqua, elemento fondamentale per la vita.
La delegazione calabrese ha avuto modo di vedere da vicino, nel Biellese, gli impianti di Cordar. Alla riunione gli ospiti hanno poi potuto ascoltare quali sono i progetti dell’amministrazione
provinciale in materia di energia, ambiente e nuove tecnologie.

«Un incontro utile – come l’ha definito Scaramal – che loro nei prossimi giorni proseguono anche in altre aree del Piemonte. A nostro avviso il dialogo è stato proficuo,
perché intanto l’Ato di Reggio Calabria ha espresso molto interesse per i nostri progetti e le nostre strategie, e poi perché abbiamo già avuto modo di programmare un nuovo
incontro, in novembre, a casa loro. Il confronto continuo su questi temi è il modo migliore per ottenere buoni risultati».

Oggi la delegazione calabrese sarà a Vercelli per un incontro con le autorità; poi visiterà la diga Ravasanella e la vicina centrale idoelettrica. Mercoledì
sarà invece a Casale Monferrato.

Leggi Anche
Scrivi un commento