Banda larga: incontro tra Provincia di Ravenna e Telecom Italia

Ravenna, 19 Dicembre 2007 – La Provincia di Ravenna, dando seguito ad un ordine del giorno recentemente approvato all’unanimità dal Consiglio Provinciale, ha promosso un incontro
con Telecom Italia Spa ed i Comuni nei quali non è ancora disponibile il collegamento telematico in banda larga, per verificare quali sviluppi sono ipotizzabili per la diffusione di
questo servizio.

All’incontro, coordinato dall’Assessore ai Sistemi informativi della Provincia di Ravenna Emanuela Giangrandi, erano presenti, tra gli altri, Paolo di Bartolomei, Responsabile per i Rapporti
con le Istituzioni Locali, gli avvocati Ugo Foscolo Casazza e Massimo Taddeo, Alessandro Costa, responsabile per la pianificazione operativa area Centro-Nord di Telecom Italia S.p.A., il
Sindaco del Comune di Bagnacavallo Laura Rossi, il Presidente della Comunità Montana dell’Appennino Faentino e Sindaco di Casola Valsenio Giorgio Sagrini, e rappresentanti dei Comuni di
Ravenna e Brisighella.

In un clima franco e costruttivo, si sono affrontate le situazioni di maggior criticità al momento esistenti nel territorio provinciale, che vanta complessivamente una buona copertura
percentuale ad eccezione di alcune aree, sia collinari che di pianura. Il confronto ed il dialogo instaurato tra le parti ha avuto al centro lo sviluppo operativo dell’accordo tra la Regione
Emilia – Romagna ed il Ministero delle telecomunicazioni per il superamento del digital divide, attraverso il quale sono disponibili nel territorio regionale 20 milioni di euro nel prossimo
biennio per la diffusione della banda larga anche nelle aree ad oggi più svantaggiate.

Sono state concordate ulteriori tappe di approfondimento tecnico per l’individuazione e l’analisi delle possibili soluzioni per superare in maniera ottimale le problematiche di estensione della
copertura ADSL sul territorio provinciale, a partire dalle zone più scoperte in termini di popolazione servita, coinvolgendo anche altri soggetti presenti sul territorio con proprie
infrastrutture quali la Azienda Multiservizi Hera S.P.A. e la società pubblica Romagna Acque.

Già dall’inizio del prossimo anno quindi si studieranno concrete ipotesi di estensione della banda larga a favore dei cittadini e delle imprese, obiettivo che hanno condiviso sia gli
amministratori locali, sia i rappresentanti di Telecom Italia S.p.A.

Leggi Anche
Scrivi un commento