Assicurazioni: il contributo di vigilanza dovuto all'Isvap per il 2008

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 101 del 30 aprile 2008 è stato pubblicato il decreto 14 aprile 2008 con cui il Ministero dell’Economia ha fissato la misura e le modalità di versamento
all’Isvap del contributo di vigilanza dovuto per l’anno 2008 dalle imprese esercenti attività di assicurazione e riassicurazione.
In particolare, il decreto ha stabilito che le imprese con sede in un Paese terzo rispetto all’Unione europea che operano nel territorio della Repubblica, le imprese nazionali di
riassicurazione e le rappresentanze di imprese con sede in un Paese terzo rispetto all’Unione europea operanti nel territorio della Repubblica che esercitano esclusivamente l’attività di
riassicurazione, devono versare un contributo in misura unica pari allo 0,42 per mille dei premi incassati nell’esercizio 2007 delle assicurazioni nei rami vita e nei rami danni e della
riassicurazione.
Ai fini del calcolo del contributo di vigilanza, i premi incassati nell’esercizio 2007 dalle imprese di assicurazione e riassicurazione devono essere depurati degli oneri di gestione, pari al
5% dei premi stessi.
Il contributo di vigilanza, infine, deve essere versato entro il 31 luglio 2008 seguendo le istruzioni fornite dall’Isvap alle imprese con apposita comunicazione, contenente l’importo dovuto,
le modalità di versamento e la banca incaricata della riscossione.

Ministero dell’Economia, decreto 14 aprile 2008

Leggi Anche
Scrivi un commento