Arrivano le bollicine del Lessini Durello ed è subito festa

Dicembre è il mese giusto per bere il Lessini Durello, lo spumante autoctono che nasce sulle colline a confine tra Verona e Vicenza, le sue bollicine allieteranno diversi appuntamenti
che avranno luogo a Vicenza e dintorni poco prima di Natale, in collaborazione col Consorzio Tutela Vino Lessini Durello.

Il Lessini Durello sarà il vino ufficiale del concerto di Sergio Cammariere che si terrà giovedì 13 dicembre al Teatro Nuovo di Vicenza. Le sue bollicine saranno servite
durante l’intervallo del concerto all’interno del Foyer del Teatro accanto a stuzzichini tipici della tradizione vicentina.
Sabato 15 dicembre invece, il Lessini Durello sarà l’unico vino, simbolo degli autoctoni vicentini, durante la chiusura dell’Anno Accademico dell’Accademia Italiana della Vite e del Vino
che si terrà alla sede della Biblioteca Internazionale “La Vigna” di Porta S. Croce a Vicenza. L’evento sarà dedicato nel centenario della nascita del professore Dino Rui che si
è sempre molto impegnato nel campo della fitopatologia.

Sempre sabato 15 dicembre una troupe di Linea Verde farà tappa nella denominazione del Lessini Durello quale vino bandiera delle produzioni vicentine. Verranno mostrate alcune aziende
del Durello e saranno messi in evidenza gli aspetti principali legati alla produzione di questo vino da vitigno autoctono.
Il 18 dicembre infine si terrà a Roncà il Premio Giornalista Durello, il tradizionale appuntamento dedicato al mondo della comunicazione. Nell’occasione verrà premiato il
giornalista che nel corso dell’anno ha saputo meglio trasmettere i valori della Lessinia e delle sue produzioni attraverso articoli e servizi radio televisivi.
«Ci stiamo impegnando molto a livello promozionale – ha sottolineato Andrea Bottaro, Presidente del Consorzio di Tutela Vino Lessini Durello – soprattutto in questo periodo dell’anno in
cui i consumatori sono più propensi ad acquistare spumanti in vista delle festività. La novità sta nel fatto che abbiamo scelto di supportare anche attività a
respiro più culturale come il concerto di Sergio Cammariere o la chiusura dell’Anno Accademico alla Biblioteca Internazionale “La Vigna”: miriamo infatti ad un’azione promozionale che
coinvolga anche potenziali consumatori di nicchia come possono essere coloro che frequentano il mondo accademico e il teatro».

Leggi Anche
Scrivi un commento