Aree montane lombarde: 6 milioni per piccoli negozi nel 2008

Per sostenere e rilanciare l’attività dei piccoli negozi nelle aree montane la Regione stanzia 4 milioni di euro per il 2008, a cui si aggiungono altri 2 milioni di euro a carico delle
Comunità Montane, la misura di sostegno, approvata dalla Giunta regionale il 12 marzo scorso, è operativa da ieri, con la sottoscrizione delle convenzioni con le Comunità
montane, che entro il 15 luglio 2008 dovranno pubblicare il bando per l’erogazione del contributo (fino a un massimo di 400 mila euro per ogni Comunità).

L’iniziativa, che ricalca un provvedimento simile adottato nel 2006, è rivolta alle micro imprese commerciali, attive anche in forma associata o consorziata (comprese le attività
dei pubblici esercizi e delle edicole) che alla data di presentazione della domanda per l’accesso al bando risultino iscritte al Registro delle Imprese della Camera di commercio.
Riconoscendo il ruolo insostituibile di «tenuta» socio-economica che il commercio di vicinato svolge nei territori montani, contribuendo a rivitalizzare i piccoli centri a vantaggio
dei residenti e dei turisti, la Regione ha promosso un’innovativa modalità di intervento basata su accordi bilaterali, adottati singolarmente con ogni Comunità montana, che
prevedono l’assegnazione a ciascuna Comunità coinvolta di uno stanziamento pari al doppio delle risorse direttamente attivate.

«L’adozione di questo sistema di gestione nell’edizione 2006 del bando – ha detto l’assessore al Commercio, Fiere e Mercati, Franco Nicoli Cristiani – ha comportato, in particolare, la
riduzione dei tempi di attesa per i beneficiari e, quindi, la realizzazione degli interventi in tempi più brevi». «Gli accordi del 2006 – rileva ancora l’assessore – hanno
coinvolto 19 delle 30 comunità montane, con incentivi per oltre 500 imprese commerciali delle zone. I bandi hanno portato alla concessione complessivamente di 5 milioni di euro che hanno
generato un investimento 11 milioni e mezzo. Gran parte delle imprese finanziate ha già completato il proprio investimento».

Soddisfazione è stata espressa dalle Comunità montane per l’impronta sussidiaria con la quale la Regione sta impostando il sostegno al commercio nelle aree montane, con un
apprezzamento particolare per il sistema adottato che consente all’ente territoriali una gestione autonoma, mirata ed efficace dei contributi.

Obiettivi del bando 2008

Il cofinanziamento è finalizzato:
– a potenziare, migliorare e ammodernare le strutture commerciali e distributive, garantendone il mantenimento e la conservazione nei territori più disagiati con interventi di
qualificazione e sostegno;
– a promuovere l’avvio di nuove forme distributive e di nuove attività commerciali, con riferimento alla riconversione di esercizi esistenti;
– a recuperare e valorizzare i luoghi commerciali a valenza storica e culturale;
– ad assicurare la valorizzazione commerciale dei prodotti tipici e di qualità lombardi.

In particolare è prevista la concessione di contributi per spese di: ammodernamento delle strutture immobiliari, adeguamento degli impianti e delle attrezzature, qualificazione della
rete commerciale nel territorio montano, valorizzazione e mantenimento dei mercati rionali.

«Confido – ha concluso Nicoli Cristiani – che questi contributi possano avere un effetto di stimolo e sostegno ad iniziative per rivitalizzare i piccoli paesi di montagna, consentendo
miglioramenti nell’offerta commerciale da un lato e assicurando dall’altro quel supporto necessario al mantenimento di adeguati livelli di servizio alla popolazione montana».

Queste le Comunità Montane che hanno aderito all’iniziativa per il 2008 e alle quali le micro imprese commerciali dei Comuni che ne fanno parte potranno rivolgersi:
– Parco Alto Garda Bresciano
– Valle Sabbia
– Valle Trompia
– Valle Camonica
– Sebino Bresciano
– Monte Bronzone E Basso Sebino
– Valle Seriana Superiore
– Valle di Scalve
– Valle Brembana
– Valle San Martino
– Triangolo Lariano
– Alpi Lepontine
– Alto Lario Occidentale
– Alta Valtellina
– Valsassina Valvarrone Val D’esino E Riviera
– Valtellina di Sondrio
– Valtellina di Morbegno
– Valchiavenna
– Valganna Valmarchirolo
– Valli del Luinese
– Valcuvia.

Leggi Anche
Scrivi un commento