Approvato il Bilancio di previsione 2008 del Piemonte

Torino – E’ stato approvato oggi dal Consiglio regionale, dopo 22 sedute e un serrato confronto con l’opposizione, il Bilancio di previsione per l’anno finanziario 2008, la manovra si
attesta attorno ai 10 miliardi di spesa corrente e ad 1 miliardo e 600 milioni per le spese di investimento.

Esprime soddisfazione il vicepresidente regionale e assessore al Bilancio Paolo Peveraro: «Un bilancio equilibrato che solo un ostruzionismo ossessivo non ha permesso
di approvare prima, rallentando l’attività della nostra Regione. Un bilancio con forte attenzione alle politiche di sviluppo e sostegno alle fasce più deboli».

L’investimento complessivo è di 1,5 miliardi di euro. Tra gli interventi più significativi si segnalano l’abolizione del ticket sanitario fino a un reddito di 36 mila di euro; la
manovra sull’IRPEF che vede salire dagli attuali 11.000 euro a 15.000 euro la soglia per l’esenzione dello 0.5% di addizionale IRPEF; 160 milioni di euro a welfare e famiglia; 150 milioni di
euro alla formazione professionale; 91 milioni di euro destinati al progetto casa «10.000 alloggi entro il 2012»; 170 milioni di euro destinati agli investimenti nei trasporti; 40
milioni di euro per la ricerca e innovazione; 75 milioni di euro per le attività produttive; 2 milioni di euro destinati a finanziare gli oratori; 1 milione di euro ad integrare la spesa
corrente degli asili nido comunali.
L’avanzo di 248 milioni di euro del 2007 andrà a parziale copertura del fondo di riserva per le spese di parte corrente derivanti da economie su fondi statali vincolanti.

«Ora il vero nodo da risolvere – aggiunge il vicepresidente Paolo Peveraro – rimane quello del definitivo compimento del processo di federalismo fiscale che
permetterebbe alla Regione di incassare direttamente i tributi di nostra competenza».

Leggi Anche
Scrivi un commento