Alluvioni in Pakistan, l’agricoltura in ginocchio. L’ONU: “Ci vorranno miliardi di dollari per recuperare”

Alluvioni in Pakistan, l’agricoltura in ginocchio. L’ONU: “Ci vorranno miliardi di dollari per recuperare”

Oltre all’elevato costo in vite umane, le alluvioni stanno colpendo duramente il Pakistan nel settore vitale dell’agricoltura. Per rimediare ai danni, saranno necessari miliardi di dollari.

Questo il parere di Maurizio Giuliano, portavoce delle operazioni umanitarie ONU.

Spiega Giuliano, al momento presente ad Islamabad: “La devastazione ai raccolti è immensa. Penso sia corretto dire che ci vorranno miliardi di dollari per recuperare. Anche se non
abbiamo ancora effettuato stime. Mi riferisco al fatto che allevamenti e coltivazioni tornino alla normalità”.

In base alle stime attuali, i problemi atmosferici hanno provocato la perdita fino a 600.000 tonnellate di frumento e fino a 2 milioni di balle di cotone. Il Pakistan e’ il quarto produttore
mondiale di cotone e per il biennio 2010/2011 aveva preventivato di produrre 14 milioni di balle contro i 12,7 del biennio precedente. Una balla pesa 170 chilogrammi.

Ieri, le Nazioni Unite hanno fatto richiesto alla comunità internazionale 500 mln di dollari per gli aiuti più urgenti. Gli USA hanno già risposto, inviando una una
portaelicotteri per portare aiuto nelle zone del Pakistan colpite dalle inondazioni.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento