Aliquota di imposta unica per le scommesse non ippiche a quota fissa

L’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato (AAMS) ha reso noto che il movimento netto del periodo 1 maggio 2007 – 30 aprile 2008 è pari a euro 3.116.105.255,00.
Tale dato consente ai concessionari per la raccolta delle scommesse non ippiche a quota fissa di quantificare in modo corretto le somme dovute a titolo di imposta unica (ai sensi di quanto
disposto dall’articolo 38, comma 3, del decreto legge 4 luglio 2006, n. 223, convertito con integrazioni dalla legge 4 agosto 2006, n. 248.
L’AAMS, dunque, ha comunicato che l’aliquota di imposta unica per ciascuna scommessa composta fino a sette eventi è pari al 2,50%, mentre quella relativa a ciascuna scommessa composta da
più di sette eventi è pari al 5,50%.

Leggi Anche
Scrivi un commento