Al via Unico Web: modelli precompilati per una dichiarazione più semplice

Comincia quest’anno la sperimentazione di un nuovo sistema per la compilazione e la presentazione del modello Unico: si tratta di Unico Web, l’applicazione preparata dall’Agenzia delle Entrate
che consente al contribuente di utilizzare on line modelli precompilati contenenti i suoi dati, senza necessità di scaricare ed installare alcun software.
Per l’anno d’imposta 2007, però, Unico Web potrà essere usato solo dalle persone fisiche non soggette agli studi di settore, che non devono presentare il modello Iva e che non
hanno redditi da partecipazione.
Da quest’anno, dunque, la vita di coloro che, per scelta o per necessità, devono presentare il modello Unico è più semplice e non richiede calcoli complessi e laboriosi:
come ha spiegato il l’Ad di SOGEI Valerio Zappalà, Unico Web “rappresenta il primo passo di un percorso finalizzato a mettere in rete soluzioni informatiche intelligenti, orientate alla
semplificazione nella gestione degli adempimenti fiscali e basate su tecnologie innovative. Sempre con l’obiettivo di rafforzare il nostro ruolo di partner tecnologico dell’Agenzia delle
Entrate”.
Per poter utilizzare tale applicazione, i contribuenti devono richiedere all’Agenzia l’apposito Pin Code: in questo modo accederanno ad un documento contenente alcune informazioni precompilate
(riguardanti i redditi dominicali, agrari e dei fabbricati, i familiari a carico, gli oneri rateizzati nella dichiarazione dell’anno precedente e le eccedenze d’imposta risultanti dalla stessa
dichiarazione, nonché gli estremi dei versamenti e delle compensazioni relativi all’anno di imposta 2007) e, se necessario, potranno modificarle.
Al termine della procedura, il contribuente potrà effettuare il versamento dell’imposta, anche rateizzata, mediante il modello F24 precompilato con le imposte dovute o i crediti
derivanti dalla dichiarazione, da integrare con l’eventuale Ici da versare.
Per pagare, infatti, sarà sufficiente inserire le coordinate bancarie e chiedendo l’addebito al giorno di scadenza.

Leggi Anche
Scrivi un commento