Nutrimento & nutriMENTE

Al via l'edizione 2007 del Premio Impresa Ambiente

By Redazione

È cresciuto in Italia il numero di aziende che hanno fatto dell’attenzione all’ambiente un asset strategico per la competitività; di imprenditori guidati da una nuova filosofia
del fare impresa; di organizzazioni che riconoscono l’esigenza di una costante relazione tra attività economiche e ambiente naturale.

A loro si rivolge il Premio Impresa Ambiente, promosso da Ministero dell’Ambiente, Ministero dello Sviluppo Economico, Unioncamere, Camere di Commercio di Roma e Milano e nato con
l’obiettivo di valorizzare le imprese private e pubbliche che si siano distinte in un’ottica di Sviluppo Sostenibile, Rispetto Ambientale e Responsabilità Sociale,
rispondendo alle esigenze di sviluppo del presente senza compromettere la capacità di crescita delle generazioni future.

Il premio ha visto nelle scorse edizioni centinaia di aziende candidate con progetti e prodotti che hanno contribuito concretamente a migliorare l’impatto economico, sociale e ambientale. Dal
trasporto delle merci su chiatte alla produzione di energia elettrica con aquiloni, passando per la coltivazione di conchiglie e la produzione di giocattoli a base di amido di mais, fino al
treno fotovoltaico, il Premio ha portato alla ribalta i progetti più diversi.

A proporli sono state realtà italiane, private e pubbliche; aziende già grandi ed affermate, come Illycaffè, Trenitalia, Costruzioni Margheri, ma anche piccole imprese con
un grande potenziale. Tutte comunque aziende ‘innovative’, come la Sotral di Torino che, premiata in Italia nel 2005, si è poi aggiudicata il Premio Europeo accreditandosi tra le
realtà internazionali più all’avanguardia nella logistica alimentare.

“Questo governo, fin dai suoi primi passi, si sta muovendo verso un obiettivo preciso: contribuire alla nascita di un’ecoindustria nazionale. Con il disegno di legge Industria 2015 infatti
ha spiegato il Ministro dello Sviluppo economico, Pier Luigi Bersani – si vuole premiare le imprese che coniugano sviluppo e tutela ambientale e che fanno della politica verde
un motore essenziale per essere competitivi. Efficienza energetica e mobilità sostenibile, i primi due progetti di innovazione industriale avviati già con la scorsa finanziaria,
vanno in questa direzione: incoraggiano la riqualificazione di comparti industriali esistenti verso prodotti più efficienti, richiesti dal nuovo contesto energetico e – conclude il
ministro- mettono l’innovazione industriale al servizio del trasporto, per muovere persone e merci in modo ecologico, sicuro, economico e tempestivo”.

Le imprese vincitrici del Premio Impresa Ambiente saranno ammesse di diritto a partecipare all’edizione 2008 dell’European Business Awards for the Environment, promosso dalla Commissione
Europea (DG Ambiente), per riconoscere e sostenere le organizzazioni che abbiano contribuito allo Sviluppo Sostenibile.

Il premio, a cadenza annuale e diviso in 4 categorie (miglior gestione, miglior prodotto, miglior processo, migliore cooperazione internazionale), è destinato alle organizzazioni che
abbiano introdotto significative innovazioni di processo, sistema, tecnologia, prodotto, o abbiano avviato partnership internazionali. Rappresenta, dunque, un’occasione per utilizzare
l’ambiente come “motore” economico essenziale per essere competitivi a livello europeo e favorire la crescita delle imprese italiane.

“Uno dei principali obiettivi del Sistema delle Camere di Commercio è quello di sostenere la capacità di innovazione delle imprese, leva sostanziale per uno sviluppo economico
competitivo ed equilibrato. –
ha commentato Andrea Mondello, Presidente di Unioncamere e della Camera di Commercio di Roma – Per questo il Sistema Camerale è orgoglioso di
aver organizzato e sostenuto il Premio Impresa Ambiente, giunto quest’anno alla sua terza edizione. Intendiamo impegnarci affinché, attraverso quest’iniziativa, si diffonda sempre
più nel nostro sistema imprenditoriale una nuova cultura d’impresa, che coniughi i valori dello sviluppo sostenibile e della responsabilità sociale con i principi economici.
L’augurio è che i progetti vincitori del premio italiano, partecipando all’edizione europea, diventino protagonisti anche nel contesto internazionale”.

“Sensibilizzare le imprese sul tema della responsabilità ambientale significa promuovere un mercato più equo, efficiente e competitivo. – ha aggiunto Carlo Sangalli,
Presidente della Camera di Commercio di Milano
– In questo senso, la Camera di Commercio di Milano è da tempo attiva e attenta nell’incoraggiare e offrire assistenza alle aziende
che vogliono migliorare la loro gestione con prassi sempre più responsabili. Ecco perché promuoviamo questo premio, che mette in luce le migliori esperienze di gestione ambientale
nelle imprese e costituisce un riconoscimento per uno sviluppo sostenibile”.

L’edizione 2007 riserva inoltre una novità: l’introduzione di un “Premio Speciale Giovane Imprenditore per l’ambiente”, riconoscimento riservato a titolari o dirigenti d’impresa
under 40 (già in gara per una delle quattro categorie), che si siano distinti per spiccate capacità imprenditoriali, innovazione ed attività di ricerca dedicate allo
sviluppo ecosostenibile.

Le candidature delle imprese, pubbliche o private, al Premio Impresa Ambiente dovranno pervenire alla Segreteria Organizzativa entro il 10 novembre 2007 e verranno
valutate da una Giuria composta da autorevoli esperti del settore ed esponenti del sistema produttivo e della ricerca.

Le imprese vincitrici riceveranno i riconoscimenti nel corso della cerimonia di premiazione che si terrà a Roma a dicembre, nella suggestiva cornice del Tempio di Adriano.

Il Bando, le scadenze e ulteriori dettagli sul Premio sono disponibili sul sito web: http://www.premioimpresambiente.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: