Al via l'abbattimento delle barriere architettoniche nella scuola

L’Inail ed il Ministero della Pubblica Istruzione hanno siglato un protocollo d’intesa che determina le modalità di utilizzo dei fondi destinati ai progetti per l’abbattimento delle
barriere architettoniche nella scuola secondaria e per l’adeguamento alle disposizioni in materia di sicurezza e igiene del lavoro delle strutture scolastiche.
In particolare il Civ Inail, in ottemperanza a quanto disposto dalla Finanziaria 2007, ha pianificato lo stanziamento di 100 milioni di euro per gli anni 2007/2009, 30 milioni dei quali sono
finalizzati agli interventi per il 2007.
“Raggiungere un maggior livello di sicurezza nelle scuole – ha spiegato il Presidente dell’Inail, Vincenzo Mungari – è un obiettivo che per la sua rilevanza sociale necessita di una
unione di intenti e di interventi quanto più larga e incisiva possibile”.
“Questo protocollo – ha continuato Mungari – attesta il costante impegno dell’Inail in tal senso e si pone nel solco di tutte quelle iniziative che mirano a promuovere lo sviluppo della
sicurezza, prevenzione e piena utilizzabilità delle strutture scolastiche, compreso l’abbattimento delle barriere architettoniche”.
In questa fase, infatti, gli Enti locali, il Ministero della pubblica istruzione e le Regioni stanno realizzando una ricognizione su oltre 42.000 edifici scolastici che coinvolgono un’utenza
complessiva di circa 9 milioni di persone, tra alunni e operatori.
L’Inail, in seguito, promuoverà un bando che regolerà l’accesso ai fondi e la ripartizione delle risorse a livello regionale, a seconda del numero degli edifici scolastici, della
quantità di alunni e di personale, del peso delle situazioni di handicap e del numero di infortuni indennizzati dall’Inail sul territorio.
Viva soddisfazione per la firma del protocollo è stata espressa dal presidente del Civ, Giovanni Guerisoli, che ha spiegato come le azioni previste “favoriscano le sinergie tra i diversi
operatori pubblici e perseguano l’obiettivo di promuovere la sicurezza migliorando la qualità delle strutture scolastiche”: “Tali azioni – ha spiegato Guerisoli – riconfermano il ruolo
dell’INAIL quale fulcro di un nuovo welfare, in coerenza con le indicazioni contenute nella legge delega sulla sicurezza, che sottolinea l’importanza della scuola nella diffusione della cultura
della sicurezza sul lavoro nel nostro Paese”.

Leggi Anche
Scrivi un commento