Agrifidi Cremona in Assemblea

Si è svolta lunedì sera a Cremona (presso la sala riunioni Coldiretti dell’Ufficio Zona di via Ruffini) l’assemblea dei soci della sezione cremonese di Agrifidi Lombardia,
chiamata a valutare l’attività del Consorzio, a votare il bilancio 2007 e ad eleggere il nuovo Comitato tecnico provinciale, che guiderà il consorzio per il prossimo triennio.

Alla presenza del Direttore regionale di Agrifidi Lombardia, Emanuele Ghilardelli, e del segretario regionale Pierangelo Guerini, il Presidente uscente Franco Bassanetti ha salutato l’assemblea
degli imprenditori agricoli, dando avvio al suo intervento con un aggiornamento sull’attività svolta dal consorzio a vantaggio delle imprese agricole del territorio.
Bassanetti ha evidenziato i grandi cambiamenti metodologici introdotti dalla nuova politica comunitaria in relazione al Piano di sviluppo rurale, sottolineando il valore della nuova consulenza
finanziaria messa in campo da Agrifidi a livello provinciale e regionale. Il presidente uscente ha sottolineato la funzione e l’importanza del nuovo strumento del business plan, ormai
indispensabile alle imprese agricole, in virtù dei nuovi criteri finanziari introdotti per l’accesso al Piano di Sviluppo Rurale.
«Il messaggio che come Agrifidi Lombardia abbiamo lanciato è molto chiaro: nei grandi cambiamenti in atto nel settore primario il credito e la finanza d’impresa rappresenteranno
sempre di più i due fondamentali strumenti per sostenere le innovazioni di prodotto e di processo che il mercato sta imponendo a molte imprese agricole – ha detto Bassanetti -. In
pratica il piano avvantaggia l’approccio di tipo progettuale mediante una valutazione approfondita dei fabbisogni, favorendo strategie d’intervento complessive sia nell’ambito di una singola
azienda che nella situazione più ampia e articolata di un settore, o di una filiera o di un’area territoriale. E’ in questa situazione che assumerà un ruolo strategico Agrifidi,
in quanto i progetti più importanti richiedono obbligatoriamente la redazione del piano di sviluppo economico o business plan».

«In pratica bisognerà dimostrare alla Regione che l’investimento è sostenibile dall’azienda e che sia oggettivamente utile ad un miglioramento economico e strutturale della
stessa – ha proseguito Bassanetti -. Tutto ciò prevede necessariamente un servizio di consulenza economica e finanziaria che dovrà supportare le scelte imprenditoriali con precise
analisi di convenienza ed opportunità sull’investimento».
Bassanetti ha quindi illustrato il ‘percorso operativo’ messo in campo dalla Sezione Agrifidi di Cremona di concerto con la Federazione Coldiretti Cremona. Ha relazionato in merito agli
incontri organizzati sul territorio (con l’illustrazione del PSR e del business plan) e alla campagna di informazione rivolta agli imprenditori agricoli. Il presidente ha illustrato,
soprattutto, il nuovo servizio di consulenza finanziaria e di redazione dei business plan messo in atto a livello provinciale, coordinato dal Segretario Agrifidi Aldo Bellandi e condotto grazie
alla presenza, presso tutti gli uffici Coldiretti, di un tecnico Agrifidi pronto ad affiancare gli imprenditori agricoli nella stesura del business plan.
Il direttore regionale Ghilardelli, nel suo intervento, ha messo in evidenza il lavoro fatto tra Agrifidi Lombardia e la Regione Lombardia ai fini di concretizzare la modulistica del business
plan che oggi ormai si sta adottando al Piano di Sviluppo Rurale. Anche Ghilardelli ha evidenziato come il ruolo di Agrifidi si stia diversificando: non solamente sostegno alle garanzie, ma
anche analisi finanziaria sempre più articolata, assistenza tecnica e di bilancio, valutazione e stesura dei business plan, strumento economico-finanziaria definito «la vera
novità di questo piano di sviluppo rurale».

La relazione dedicata al bilancio 2007, molto dettagliata, è stata divisa in due parti: l’illustrazione del bilancio regionale di Agrifidi e, in seconda battuta, l’analisi dei dati
operativi legati alla sezione di Cremona. Il bilancio è stato approvato all’unanimità.
All’unanimità, per acclamazione, sono stati designati anche i sette componenti del Comitato Tecnico Provinciale che guiderà la sezione cremonese di Agrifidi per il triennio
2008-2011. Sono stati riconfermati Franco Bassanetti, Agostino Cavagnoli, Gianluigi Fiamenghi e Vittorio Boldrini. Tre i nuovi eletti: Antonio Giacomo Beduschi, Alberto Bettinelli e Alberto
Carmagnani.
Certa è anche la riconferma di Franco Bassanetti alla guida del consorzio: tutti i presenti hanno espresso una chiara richiesta in tal senso.

Leggi Anche
Scrivi un commento