Adozioni: numero Verde per famiglie ed operatori

La Commissione per le adozioni internazionali ha diffuso i dati ufficiali, aggiornati al 31 dicembre 2007. Le adozioni di bambini stranieri in Italia realizzate nel corso 2007 sono state 3420,
questi dato sono stati resi noti nell’incontro con i rappresentanti di tutti gli Enti autorizzati che si è svolto il 28 gennaio presso la biblioteca del CNEL a Roma.

Si tratta del numero più alto degli ultimi otto anni, superiore anche al 2004, considerato finora l’anno più «fertile» dall’entrata in vigore in Italia della
Convenzione dell’Aja.

«E’un risultato molto positivo – ha commentato il Presidente della CAI e Ministro delle politiche per la famiglia, Rosy Bindi – soprattutto perché molti dei Paesi da cui in passato
erano arrivati più bambini hanno invece registrato delle flessioni, se non addirittura delle chiusure. Penso alle difficoltà che si stanno verificando nei paesi dell’Est e al
capitolo Bielorussia. Ma questo risultato ci dice anche – ha aggiunto il Ministro Bindi – che il nostro sistema di adozioni internazionali è affidabile, merito dello sforzo congiunto che
si è fatto per esplorare Paesi nuovi e per risolvere le criticità man mano che si presentavano.

Siamo fiduciosi anche per il futuro: è praticamente pronto l’accordo con la Federazione Russa e si sta definendo anche l’importante «Intesa Africa», che ci permetterà
di avviare una limpida collaborare con molti Stati di un continente che per il nostro Paese rappresenta una novità in tema di adozioni.»

Nel suo intervento il Ministro ha sottolineato le risorse impegnate in questo campo: 16 milioni e 500mila euro stanziati a fine 2007 per rimborsare – con un bonus di 1200 euro – le spese
sostenute in Italia da circa 14mila coppie, e 30 milioni di euro destinati complessivamente a questo settore per il 2008. Misure che renderanno praticamente gratuita l’adozione internazionale.

Ai rappresentati dei 73 enti presenti all’incontro il Ministro ha chiesto uno impegno di collaborazione per garantire maggiore efficienza e qualità, anche attraverso forme di
coordinamento che consenta di ridurre il numero dei soggetti senza perdere il patrimonio di esperienze e di specificità che oggi li caratterizza.

Da oggi sarà attivato dalla Commissione per le adozioni internazionali il numero verde 800.002.393, «Linea CAI – uno spazio per la Comunicazione, l’Ascolto e l’Informazione».
Il servizio è rivolto alle coppie che aspirano all’adozione, alle famiglie adottive per richieste di informazioni nella fase post-adottiva, ma anche agli operatori dei Servizi
territoriali e dei Tribunali per i Minorenni per eventuali consulenze, agli Enti autorizzati per confronto e scambi di informazione, a tutti cittadini interessati a diverso titolo alle
tematiche dell’adozione internazionale (rapporti con i Paesi, enti autorizzati, fasi dell’adozione, agevolazioni fiscali, congedi parentali, bonus alle famiglie, rimborsi spese ecc).

Il servizio sarà attivo dal lunedì al venerdì, dalle 10.00 alle 13.00. In alternativa è possibile inviare un messaggio all’indirizzo di posta elettronica
LINEACAI@palazzochigi.it oppure al numero di fax 0667792167. E’ prevista la possibilità di essere ricontattati e un eventuale colloquio in sede.

Politiche per la famiglia

Leggi Anche
Scrivi un commento