Accordo del 17 dicembre 2007 per le lavanderie industriali

Il 17 dicembre 2007 le organizzazioni sindacali datoriali e Femca Cisl, Filtea Cgil, Uilta Uil hanno firmato l’ipotesi di accordo per il rinnovo del CCNL delle lavanderie industriali che
decorre dal 1° luglio 2007 al 30 giugno 2011 e al 30 giugno 2009 per la sola parte economica.
Tra i risultati raggiunti si evidenzia la creazione del fondo nazionale per gravi interventi sanitari, il riconoscimento del ricongiungimento familiare per i lavoratori immigrati durante il
periodo feriale, le azioni di accompagnamento per un reale inserimento lavorativo per i disabili, la valorizzazione della previdenza complementare.
Il contratto contiene importanti impegni della controparte per uno sviluppo della contrattazione di secondo livello, la formazione professionale e sul capitolo ambiente di lavoro e
sicurezza.
La novità di maggiore rilievo, inoltre, riguarda l’applicazione, con decorrenza 1° luglio 2008, di un nuovo schema di classificazione unica del personale. Tale nuovo schema, che nei
suoi primi 12 mesi di vita vivrà una fase definita “di assestamento”, andrà a regime in tutte le sue parti con decorrenza 1° luglio 2009.

Inquadramento professionale
E’ stato definito il nuovo inquadramento professionale che prende in considerazione il ruolo del lavoratore e non solo la mansione svolta, tenendo conto dei seguenti requisiti: conoscenza,
abilità, comportamenti organizzativi, polivalenza.
Il nuovo sistema classificatorio si articola in 4 aree professionali: operativa, qualificata, tecnica e gestionale, direttiva e gestionale. In ciascuna area sono previsti 3 moduli di area
(base, centrato, consolidato) tranne la 4^ area che ne comprende uno solo (centrato).
La struttura retributiva si articolerà in due voci contrattuali: la “retribuzione contrattuale” (formata dagli attuali minimi, la ex contingenza, l’EDR) e l'”incentivo di modulo” (la
nuova voce retributiva che potrà assorbire i superminimi a carattere individuali).
Dal 1° gennaio 2008, i lavoratori in forza saranno inquadrati nel nuovo sistema secondo lo schema che segue:

Vecchi livelli

Moduli

 Aree

base

1^

centrato

1^

base

2^

centrato

2^

consolidato

2^

5° S

base

3^

centrato

3^

consolidato

3^

consolidato

3^

7° (Quadri)

consolidato

4^


Quindi è stato realizzato lo “spacchettamento” dell’attuale 3° livello,
Il ruolo delle RSU sarà costantemente attivo nel verificare e nel proporre l’avanzamento professionale dei singolo lavoratori.

Festività infrasettimanali
Le urgenze e le necessità produttive determinatesi anche a causa di festività infrasettimanali potranno essere coperte con 32 ore
(sul totale delle 96 previste contrattualmente) di flessibilità tempestiva riducendo i tempi della procedura a 48 ore.
Le suddette ore saranno però retribuite con le maggiorazioni previste all’art.40 del ccnl (le % di straordinario) ed il loro recupero sarà individuale con semplice preavviso
all’azienda di 48 ore.
La nuova normativa si applicherà nel caso in cui si riterrà concluso negativamente l’iter previsto nell’articolo 40 – capitolo “Procedura per il lavoro straordinario di
produzione” e potrà essere utilizzata per la casistica lì già prevista.

Aumenti retributivi
L’incremento salariale sarà di 85 ? al 3° livello di cui 65 ? sulla retribuzione contrattuale e 20 ? sull’incentivo di modulo.
L’aumento è suddiviso in tre parti:
– la prima, con decorrenza 1.1.2008, di 35 ? sulla retribuzione contrattuale,
– la seconda, dal 1.7.2008, di 15 ? sulla retribuzione contrattuale e 20 ? di incentivo di modulo,
– la terza, decorre dal 1.4.2009, sarà di 15 ?.
E’ prevista l’erogazione dell'”una tantum” di 200 ? con la retribuzione di febbraio 2008.
Il montante è pari a ? 1.365.

tabella 1

 

retribuzione

aumenti su

incentivo

totale

totale

vecchi livelli

in corso

retribuzione

di modulo

aumenti

retribuzione

 

 

nazionale

 

 

nazionale

 

         a

        b

       c

   b c

   a b

1.772,16

131,59

40,49

172,08

1.903,75

1.598,14

102,52

31,54

134,06

1.700,66

5° S

1.471,76

85,08

26,18

111,26

1.556,84

1.413,22

83,50

25,69

109,19

1.496,72

1.333,89

71,87

22,11

93,98

1.405,76

1.268,35

65,00

20,00

85,00

1.333,35

1.212,76

60,77

18,70

79,47

1.273,53

1.080,00

52,85

0,00

52,85

1.132,85


tabella 2

Livelli attuali

nuovo sistema

 

 

nuovi livelli retributivi

 

 

AREE

MODULI

 

retribuzione

incentivo

totale

 

 

 

 

nazionale

di modulo

retribuzione

 

Area operativa

 

 

 

 

 

A

base

 

1.132,85

 

1.132,85

 

centrato

 

1.273,53

18,7

1.292,23

 

consolidato

 

1.333,35

20

1.353,35

 

Area qualificata

 

 

 

 

 

 

B

base

nuovo livello

1.355,00

20

1.375,00

 

centrato

 

1.405,76

22,11

1.427,87

 

consolidato

 

1.496,72

25,69

1.522,41

 

Area tecnica

 

 

 

 

 

5°s

gestionale

base

 

1.556,84

26,18

1.583,02

C

centrato

 

1.700,66

31,54

1.732,20

 

consolidato

 

1.903,75

40,49

1.944,24

 

Area

 

 

 

 

 

quadri

direttiva

centrato

 

1.903,75

40

Leggi Anche
Scrivi un commento