Accordo 21 maggio 2008 Lapidei delle Pmi

In data 21 maggio 2008, Aniem, l’Associazione Nazionale Imprese Edili e Feneal – Uil, Filca – Cisl, Fillea – Cgil hanno firmato l’Accordo per il rinnovo del CCNL 26 maggio 2004, scaduto il 31
dicembre 2007, che interessa 15.000 lavoratori addetti delle Piccole e Medie Industrie di escavazione e lavorazione dei materiali lapidei. L’accordo ha decorrenza dal 1° maggio 2008 al 31
marzo 2012 per la parte economica ed il primo biennio avrà valore fino al 31 marzo 2010.
Tale accordo prevede un aumento salariale pari a 103 euro medi, diviso in due tranches: 53 euro dall’1 maggio 2008 e 50 euro dall’1 giugno 2009, più un’una tantum di 150 euro che
sarà erogata da luglio di quest’anno.

Una tantum
Sarà corrisposto ai lavoratori in forza alla data del 1° maggio 2008 un importo forfetario di euro 150,00 lordi, suddivisibili in quote mensili in relazione alla durata del rapporto
di lavoro nel periodo 1° gennaio 2008 – 30 aprile 2008 (La frazione di mese superiore a 15 giorni sarà considerata come mese intero).
Il suddetto importo verrà erogato con la retribuzione del mese di luglio 2008 o, in caso di risoluzione del rapporto di lavoro, all’atto della liquidazione delle competenze.

Minimi contrattuali

Livelli

Euro/mese dall’1.5.2008

Euro/mese dall’1.6.2009

1

1.317,30

1.390,83

2

1.203,94

1.273,42

3

983,92

1.040,53

4

917,01

970,68

5

880,96

930,96

6

829,36

876,42

7

764,55

807,93

8*

648,20

684,96

*Per gli appartenenti al livello 8° dovranno essere corrisposti euro 7,75 mensili lordi da valere a tutti gli effetti contrattuali come paga base, a titolo di superminimo
collettivo di categoria.

Premio di risultato
Il premio di risultato da aggiungere agli importi dell’indennità sostitutiva del premio di risultato (art. 27 del C.C.N.L. 26 maggio 2004),congelati al 31 agosto 2004, e le relative
decorrenze sono di seguito riportati:

Livello

Euro/mese dall’1.5.2008

Euro/mese dall’1.6.2009

1

14,00

15,20

2

12,88

13,98

3

10,50

11,40

4

10,08

10,94

5

9,94

10,44

6

8,96

9,73

7

8,26

8,97

8

7,30

7,60

Periodo di prova
Il periodo di prova deve risultare dalla lettera di assunzione ed il limite massimo è fissato come segue:
– livello 8° – 20 giorni di effettiva prestazione lavorativa;
– livello 7° – 30 giorni di effettiva prestazione lavorativa;
– livello 6° – 40 giorni di effettiva prestazione lavorativa;
– livello 5° – 60 giorni di effettiva prestazione lavorativa;
– livello 4° – 70 giorni di effettiva prestazione lavorativa;
– livello 3° – 80 giorni di effettiva prestazione lavorativa;
– livello 2° – 130 giorni di effettiva prestazione lavorativa;
– livello 1° – 130 giorni di effettiva prestazione lavorativa.
Tale periodo potrà essere prorogato fino a sei mesi per i quadri e gli impiegati della I Area direzionale.
In caso di contratto a tempo determinato di durata inferiore a sei mesi, il periodo di prova sarà ridotto del 50%.
I lavoratori assunti a tempo determinato e successivamente confermati a tempo indeterminato, sempreché svolgano attività e mansioni equivalenti, saranno esonerati dal prestare il
previsto periodo di prova.
Il lavoratore in prova avrà diritto in ogni caso al trattamento economico minimo contrattuale della categoria alla quale viene assegnato.

Comitato Paritetico Nazionale
Tra i principali aspetti del nuovo contratto vi è l’istituzione del C.P.N., Comitato Paritetico Nazionale, le cui iniziative saranno finanziate dalle aziende

Altre novità
Viene ridotto il periodo di prova e aumentata la formazione professionale, con l’impegno di concordare i piani con le Rsu o con i firmatari del Ccnl.
Inoltre sono stati regolamentati il contratto a tempo determinato e il part-time, che dovrà essere applicato con l’assistenza delle Rsu o dei sindacati territoriali.
Con il rinnovo si è anche raggiunto l’obiettivo di uniformazione delle ferie tra operai e impiegati, si è inserita una nuova indennità per gli addetti in galleria, è
stato riconosciuto un giorno aggiuntivo per la nascita di un figlio ed è stata aumentata del 50% l’indennità per malattie oncologiche, emodialisi, trapianto d’organi e
infarti.
Inoltre è stato recepito il protocollo sul monitoraggio della silice cristallina (con le aziende che si impegnano a organizzare un’ora aggiuntiva di assemblea retribuita sulla sicurezza)
ed è stata inserita l’assistenza sanitaria integrativa.
Per quanto attiene alla previdenza complementare, infine, è stato aumentato dell’1,3% il relativo fondo di previdenza complementare

Accordo 21 maggio 2008 Lapidei delle Pmi

Leggi Anche
Scrivi un commento