A Villasanta e a Monza le donne più intraprendenti

Monza – Secondo una ricerca dell’Ufficio studi della Camera di commercio di Monza e Brianza, nel 2007 le imprese femminili in Brianza sono 12116, il 20,7% del totale delle
imprese (58592) con una concentrazione nei settori del commercio 29,4% e delle attività immobiliari 25,9%.

Il maggior numero di imprese femminili si riscontra a Monza (2.591), Seregno (806) e Lissone (720). Le donne più intraprendenti sono quelle di Villasanta con un’incidenza delle imprese
femminili sul totale delle attive pari al 25,5% seguono i comuni di Monza (24%), Ronco Briantino (23%) e Vedano al Lambro (22,6%). Prevale l’imprenditoria maschile invece a Triuggio con
un’incidenza delle imprese femminili del 15,1%, Correzzana 15,3% e Cogliate 16,7%.

Per quanto riguarda la distribuzione per fasce d’età, sono le donne giovani a detenere il maggior numero di imprese individuali, il 58% delle imprenditrici, titolari di imprese
individuali, in Brianza ha un’età compresa fra i 30 e 49 anni, un valore leggermente superiore a quello della provincia di Milano (56,7%) e della Lombardia. Considerando anche gli
imprenditori uomini, titolari di imprese individuali, nella fascia d’età fra i 30 e 49 anni, le donne sono solo il 18,7%, mentre a Milano sono il 20,6%.

«L’imprenditoria al femminile – ha commentato Carlo Edoardo Valli, presidente della Camera di commercio di Monza-Brianza – offre un contributo crescente all’economia del territorio. E’
soprattutto un apporto volitivo, professionale e dinamico che fa ben sperare per il nostro futuro».

Leggi Anche
Scrivi un commento