A Poggio Mirteto polo integrato per i soccorsi

Roma – A Poggio Mirteto è necessario realizzare un polo integrato del soccorso e della sicurezza per garantire la rapidità degli interventi, a chiederne l’istituzione, con
una lettera al sottosegretario all’Interno Ettore Rosato, è il presidente Fabio Melilli.

Nell’ambito del progetto «Italia in 20 minuti», infatti, il comune di Poggio Mirteto è stato individuato dal Dipartimento dei Vigili del Fuoco, quale sede ottimale di un
distaccamento permanente.

«I dati statistici in possesso dell’Amministrazione Provinciale, – scrive Melilli nella lettera inviata al sottosegretario – testimoniano la necessità di stabilire a Poggio Mirteto
una vera e propria sede di servizio, adeguata alle necessità operative e logistiche. Per questo siamo disponibili, in sintonia con la Regione Lazio, a realizzare la nuova sede e a
sottoscrivere un protocollo d’intesa con il Ministero dell’Interno – prosegue il presidente – che consentirebbe la realizzazione del polo come esperienza innovativa per il soccorso e la
sicurezza».

Una convenzione, tra il Comando dei VVff e l’Ares 118, per accogliere un equipaggio sanitario presso il Comando Provinciale di Rieti, è stata già sottoscritta e attivata e tale
esperienza è stata foriera dell’integrazione operativa delle due componenti del soccorso tecnico e sanitario nell’ambito delle problematiche comuni del soccorso.

L’Amministrazione Provinciale ha inteso proporre al Ministero dell’Interno una collaborazione tra varie istituzioni per realizzare un’unica sede operativa, sia per i VVFF, sia per il 118, che
per il volontariato di protezione civile e quindi l’attivazione di un polo integrato del soccorso e della sicurezza, nel quale tutte le componenti operative siano riunite al fine di favorire
un’integrazione ottimale.
La costruzione della sede comporterà un investimento compreso tra 1 e 1,2 milioni di euro. E in questa direzione il Comune di Poggio Mirteto ha già individuato in località
Capacqua, nella zona antistante gli insediamenti produttivi, un lotto di terreno di circa 8mila mq, di sua proprietà, idoneo per la costruzione della sede.

Leggi Anche
Scrivi un commento