Nutrimento & nutriMENTE

A «CAMPUS» per coltivare le idee: i convegni e i workshop

A «CAMPUS» per coltivare le idee: i convegni e i workshop

By Redazione

CAMPUS, il Salone della Nuova Agricoltura, ha un ricco programma di incontri destinati ad informare e a creare momenti di condivisione e scambio di esperienze: quattro grandi convegni, nelle
mattinate dei quattro giorni della manifestazione, affronteranno i temi di prospettiva dell’agricoltura di questi anni; la formula del workshop, tavolo di confronto e di approfondimento su temi
specifici, caratterizzerà il programma dei pomeriggi nello stand della Regione Piemonte e nell’area Agorà.

Completano il calendario una serie di convegni collaterali e un incontro dedicato ai Distretti agroalimentari di qualità, dedicato agli sviluppi legati alla nuova legge regionale.

I CONVEGNI

Apre CAMPUS, giovedì 26 marzo, alle 10.30, il convegno «Dove va l’agricoltura?», che traccia il contesto nel quale si muoveranno le imprese agricole del nostro Paese nei
prossimi anni.

Alla tavola rotonda personaggi di richiamo a partire da Luca Zaia, Ministro dell’Agricoltura, e Mino Taricco, Assessore all’Agricoltura della Regione Piemonte, ai presidenti nazionali di
Coldiretti, Sergio Marini, Confagricoltura, Federico Vecchioni e CIA Giuseppe Politi.

Venerdì 27 marzo si parlerà di «Accorciare la filiera per accrescere il valore: opportunità e modelli per l’impresa agricola», case history e modelli per
accorciare la filiera dal produttore al consumatore, per accrescere il valore aggiunto e contenere i prezzi.

«Modelli innovativi per la gestione e lo sviluppo dell’impresa agricola»è il tema del convegno di sabato 28 marzo, durante il quale si parlerà di casi di successo e di
ottimizzazione nella gestione delle imprese. Interverranno rappresentanti di case history italiani e stranieri.

Domenica 29 marzo, il convegno sarà dedicato alle «Agroenergie: quando e cosa conviene fare». Grazie alla presenza di esperti, verranno presi in esame casi applicativi di
impianti agroenergetici e verranno forniti strumenti di valutazione tecnica ed economica per supportare le scelte degli imprenditori agricoli.

I convegni sono organizzati in collaborazione con Agri2000. (In calce programma completo).

I WORKSHOP

Ricchissimo il panel dei workshop: un totale di sei incontri al giorno toccheranno i temi più svariati, dal paesaggio rurale alla tracciabilità dell’agroalimentare, dalla ricerca in
agricoltura alla diagnostica molecolare nel cibo, dalle strategie commerciali ai microrganismi per il miglioramento agronomico, dalle piattaforme tecnologiche integrate per la qualità e
sicurezza nei vini alla razionalizzazione nell’uso dell’acqua.

«La Nuova Legge Regionale 29/2008 sui Distretti Agroalimentari di Qualità»è il titolo del convegno, ospitato dallo stand Regione Piemonte venerdì 27 marzo alle
ore 14.00, che traccerà il profilo delle nuove realtà territoriali istituite dalla legge 29, approvata a ottobre 2009. Interverranno l’Assessore Mino Taricco, e gli Assessori
all’Agricoltura delle Province piemontesi.

A CAMPUS, inoltre, un grande spazio di 300 mq sarà gestito dalle Camere di commercio del Piemonte, che presenteranno 60 progetti in sinergia con imprese, alcuni Centri di Ricerca e tutti
gli Atenei piemontesi. Tre le tipologie dei progetti (di ricerca, di prodotti industriali e camerali) per quattro macro tematiche: qualità e sicurezza, efficienza e sostenibilità
energetica, automazione e attrezzature innovative in agricoltura, agricoltura sostenibile e valorizzazione dei territori.

CALENDARIO CONVEGNI

Dove va l’agricoltura ?

Data: 26 marzo 2009
Durata: 10,30 – 12,30

Moderatore:

• Alessandro Mastrantonio, Coordinatore editoriale Agri Sole

Apertura:

• Camillo Gardini, Agri 2000 – Scenari agricoli: l’agricoltura italiana nel contesto internazionale

Tavola rotonda:

• Luca Zaia, Ministro dell’Agricoltura
• Mino Taricco, Assessore Agricoltura Regione Piemonte
• Sergio Marini, presidente nazionale Coldiretti
• Giuseppe Politi, presidente nazionale CIA
• Federico Vecchioni, presidente nazionale Confagricoltura
• Paolo Bruni, Coordinamento delle Centrali cooperative agroalimentari
• Vincenzo Tassinari, Presidente Coop Italia
• Bruno Giau, Università di Torino
• Paolo Carnemolla, Presidente Federbio
• Luigi Scordamaglia, Vice Presidente Federalimentare

Accorciare la filiera per accrescere il valore: opportunità e modelli per l’impresa agricola

Il workshop, partendo dall’analisi dei dati e degli elementi emergenti dall’Osservatorio internazionale sulle filiere corte realizzato da Agri 2000, fornirà, anche attraverso la
presentazione di esperienze concrete, elementi utili per una valutazione dei modelli e delle diverse opportunità di accorciare la filiera da parte dell’impresa agricola per accrescere il
valore aggiunto.

Data: 27 marzo 2009
Durata: 10,30 – 12,00

Moderatore:

• Lorenzo Andreotti, Informatore Agrario

Apertura:

• Camillo Gardini, Ciro Lazzarin, La filiera corta in Italia: situazione e prospettive (presentazione dati Osservatorio internazionale sulla vendita diretta)

Case history:

• Organizzarsi per vendere tutto al consumatore, Paolo Monari, società agricola semplice «Poderi delle Rocche» – Bologna

• L’integrazione dei canali di vendita, Giampaolo Sandrinelli, azienda agricola «Fattoria Pieve a Salti» – Siena

• La GDO alla portata dell’azienda agricola, Luca Pomaro, cooperativa agricola «I Pioppi» – Rovigo

Conclusioni:

• Mino Taricco, Programmi della Regione Piemonte sul tema della filiera corta

Modelli innovativi per la gestione e lo sviluppo dell’impresa agricola

Innovazioni gestionali per la trasparenza del mercato, ingresso dei giovani nell’azienda, modelli organizzativi per favorire l’innovazione di prodotto, sono solo alcune strade per lo sviluppo
dell’impresa agricola. Attraverso la presentazione di casi concreti saranno approfonditi i percorsi, i vantaggi e le opportunità di ciascuno.

Data: 28 marzo 2009
Durata: 10,30 – 12,00

Moderatore:

• Lorenzo Andreotti, Informatore Agrario

Case history:

• La sicurezza del giusto prezzo, Dino Bellussi, Florabella – Marsala (TP).

• Ai vertici dell’innovazione di prodotto attraverso l’aggregazione, Stefano Frapoli, Poliflor Soc. Coop. – Ravenna

• Il modello francese dei Gaec per la permanenza dei giovani, Frédéric Raymond, «Fort l’Écluse» – Chevrier (Haute Savoie)

Relazione:

• Camillo Gardini, Ciro Lazzarin, L’innovazione nelle aziende agricole: situazione e prospettive (Agri 2000 – Osservatorio sull’innovazione nelle aziende agricole)

• Anna Vagnozzi – INEA, Competitività e innovazione nelle imprese agricole piemontesi

Domande e Conclusioni:

• Mino Taricco, L’innovazione nel nuovo PSR (Piano di Sviluppo Rurale)

Agroenergie: quando e cosa conviene fare?

Il workshop, attraverso la presenza di imprenditori e di esperienze nel campo delle agro energie, fornirà utili strumenti di valutazione tecnica ed economica per supportare le scelte degli
imprenditori agricoli.

Data: 29 marzo 2009
Durata: 10,30 – 12,00

Moderatore:

• Antonio Boschetti, Informatore Agrario

Apertura e Case history:

• La sostenibilità della filiera per la produzione di biomassa da coltivazioni arboree a ciclo breve in Piemonte: i risultati del progetto Biofil, Mattia Busti – Studio Silva

• Il fotovoltaico conveniente, Gennaro Cilento, az. agricola Corigliano Renewable Energy, (Cosenza)

• Il biogas nell’azienda zootecnica, Mauro Mengoli, az. agricola Mengoli (Bologna)

Relazione:

• Davide Barnabè, La situazione in Italia: dati e caratteristiche del fenomeno (Agri 2000)

Conclusioni:

• Mino Taricco, Le agroenergie nel nuovo PSR (Piano di Sviluppo Rurale)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: