22 anni fa Cernobyl: in vendita le verdure delle zone contaminate

Mentre il mondo è alle prese con il rincaro dei prodotti alimentari, dalla Russia arriva la notizia che è stato tolto l’embargo ai prodotti agricoli provenienti dalle zone
contaminate dalla catastrofe nucleare di Cernobyl. Già presenti sul mercato senza autorizzazione, i prodotti agricoli ora potranno essere venduti regolarmente sui banchi dei mercati,
secondo un quotidiano russo, dopo le analisi condotte dalle autorità sanitarie che hanno escluso la nocività delle derrate alimentari. A ventidue anni dall’esplosione avventuta in
Ucraina, era il 26 aprile del 1986, l’embargo sui prodotti resterà solo per le derrate provenienti da due regioni vicine alla Bielorussia.

Leggi Anche
Scrivi un commento