Verona: XV Congresso Nazionale della Società italiana di Tossicologia

 

Per la prima volta la città di Verona ospiterà il congresso nazionale della Società italiana di Tossicologia che intende presentare l’attuale punto di arrivo
delle ricerche in ambito tossicologico senza tralasciare l’impatto che queste hanno sulla nostra società.

Organizzato da Maria Enrica Fracasso, docente di farmacologia del dipartimento di Medicina e Sanità Pubblica dell’Ateneo scaligero, l’appuntamento si svolgerà
da lunedì 19 a giovedì 22 gennaio nella nuova sede del centro congressi del Policlinico “G.B. Rossi”, recentemente inaugurata da Michele Tansella, preside
della facoltà di Medicina e Chirurgia.

Nel corso delle quattro giornate interverranno alcuni dei più importanti ricercatori italiani e stranieri che operano e svolgono studi nell’ambito dei vari aspetti della
tossicologia proponendo un programma articolato che andrà a toccare numerosi e diversi aspetti, dalla sicurezza alimentare degli OGM (organismi geneticamente modificati) fino
alle ultime conoscenze riguardo la chemio prevenzione antitumorale senza tralasciare l’interessante posto che il botulino occupa nel campo della tossicologia e della farmacologia.

Un congresso dai numerosi volti insomma dove all’analisi delle sostanze d’abuso, con particolare attenzione all’impatto sanitario e sociale delle vecchie e nuove
tipologie di consumo e delle cosiddette smart drugs, si affiancheranno i dati sul rischio di tossicità indotta dai farmaci e le valutazioni sull’utilizzo delle nuove
frontiere terapeutiche quali la farmacogenetica.

Programma
(in allegato il pdf)

 

Leggi Anche
Scrivi un commento