Vercelli: al Civico la Fanfara dei Carabinieri in concerto

Vercelli – Il Teatro Civico di Vercelli si appresta ad accogliere un evento che si può definire un ottimo compromesso tra musica e storia, un evento che vede la
cooperazione della Provincia di Vercelli, del Comune di Vercelli, del Lions Club e del Comando Provinciale dei Carabinieri.

Giovedì 13 marzo, alle ore 21 con ingresso gratuito, si esibirà infatti in concerto la Fanfara dei Carabinieri del 3° btg «Lombardia» in abiti storici.

Il repertorio della Fanfara, che riscosse un notevole successo lo scorso ottobre in piazza Cavour alla manifestazione «Sarabandissima», è un percorso che si snoda con
abilità e gusto musicale da «Le Nozze di Figaro» di Mozart alla «Giovanna d’Arco» e il «Va’ Pensiero» di Giuseppe Verdi. Incontrando sonorità
più recenti, ma altrettanto appassionanti, come la Colonel Bogey March, il famoso fischio che accompagna le sequenze dei prigionieri britannici nel campo di concentramento giapponese del
film «Il ponte sul fiume Kwai», musicato nella circostanza da Kenneth Alford e che fece il giro del modo diventando in breve un celebre leit motiv. La Fanfara presenterà
inoltre alcuni passaggi indimenticabili della fertile produzione dello statunitense John Williams, un guru delle composizioni moderne. apprezzato per le numerose colonne sonore cinematografiche
tra le quali ricordiamo «La lista di Schindler», «E.T», e «Guerre Stellari», tutte premiate con l’Oscar.

Un repertorio assolutamente eterogeneo per questa Fanfara le cui esibizioni sono note in ogni parte del mondo per la varietà del repertorio, per la perfezione formale delle esecuzioni e
per il fascino che suscitano i suoi orchestrali, con le loro splendide uniformi, la magnifica compostezza, la profonda vocazione musicale.

L’assessore alla cultura della Provincia di Vercelli, Massimo Simion, tra i fautori dell’iniziativa, commenta: «Conosciamo e apprezziamo l’Arma dei Carabinieri per lo spirito di
abnegazione e l’attaccamento al dovere, che costituiscono sicura garanzia di tutela per il cittadino. Li conosciamo e li apprezziamo anche per la meritoria azione svolta in campo
internazionale, sempre contraddistinta da umanità e fermezza nel rispetto di civiltà e tradizioni. Sarà un piacere il 13 marzo apprezzarli anche come straordinari
musicisti».

Leggi Anche
Scrivi un commento