Rievocazione del periodo rinascimentale nel borgo di Radda in Chianti

Rievocazione del periodo rinascimentale nel borgo di Radda in Chianti

Da cosa nasce l’idea di rievocare il periodo rinascimentale nel borgo di Radda in Chianti e quante edizioni siete giunti?

L’idea nasce quattro anni fa per il fatto che Radda è stata nel 1527 governata dal Podestà Francesco Ferrucci, di cui ancora nel paese si hanno tante testimonianze, soprattutto nel nostro archivio storico, che tra tutti quelli esistenti nei comuni è quello più ricco di tomi dal 1450 fino al 1850.

Quali sono stati i risultati di pubblico degli anni precedenti?

Vista la forte presenza di turisti in questo specifico momento dell’anno e alla forte partecipazione del paese e dintorni, possiamo vantare presenze superiori alle 2mila persone.

L’edizione di quest’anno vede la collaborazione di diverse città toscane fra cui Volterra e Firenze. Cosa le lega?

La vita di Francesco Ferrucci e la sua Carriera militare lo hanno portato ad avere ruoli essenziali nei paesi che partecipano alla nostra Festa.

Può riassumere brevemente il programma di sabato 27 e domenica 28 giugno?

Il programma è molto ampio e comprende le sfilate storiche di Vicchio, Gavinana, Volterra, Pistoia, il corteo del Calcio Storico Fiorentino, sbandieratori, giocolieri, falconieri, trampolieri, spettacoli di fuoco, scontri armati, mercatino degli artigiani e un percorso gastronomico da leccarsi i baffi!

Ha risposto Ursula Spicchiaioli, una degli organizzatori dell’evento.

Tutte le info allo 0577 738494 oppure alla pagina Facebook dell’evento “Radda rinascimentale nel segno del Ferrucci”.

Chiara Danielli
Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento